Croazia, da aprile scooter made in Italy per la consegna della posta

89

La posta in Croazia da aprile verrà consegnata con scooter elettrici Made in Italy. Askoll Eva, società vicentina attiva nel mercato della mobilità sostenibile, si è aggiudicata la gara per la fornitura di 26 e-scooter indetta da Hrvatska Pošta, la società statale responsabile del servizio postale in Croazia. Un accordo, che segue quelli già siglati con Pošta Slovenije, Veloce e Runner Pizza e che rappresenta un segnale delle nuove opportunità che offre il mercato del delivery professionale per i veicoli elettrici. Askoll Eva ha una rete distributiva composta da circa 170 punti vendita in Italia ed una ottantina sui principali mercati europei oltre che in Israele ed è parte di Askoll Group che ha sei stabilimenti in Italia ed all’estero (in Brasile, Cina, Messico, Romania e Slovacchia). Il gruppo ha sede a Povolaro di Dueville, in provincia di Vicenza ed è stato fondato da Elio Marioni che, nel 1978, dopo aver lavorato per anni in una società della famiglia Zoppas, decide di mettersi in proprio commercializzando la sua prima produzione: un piccolo termostato da inserire nelle vasche degli acquari. Da allora la Askoll passa a realizzare motori per acquari e si specializza poi anche nella produzione anche di acquari e terrari dedicati, diventando uno dei marchi di punta del Made in Italy del settore. In seguito l’azienda vicentina si dedica al mercato della componentistica per elettrodomestici fornendo pompe e motori a produttori di tutto il mondo per poi arrivare, nel 2013, ad avviare la produzione di mezzi di trasporto ad alimentazione elettrica, dedicata alle prime isole pedonali che si stavano sviluppando in tutto il mondo, mettendo sul mercato così i primi e-scooter delle società di sharing. Nel 2015 comincia la produzione delle biciclette elettriche e, contemporaneamente, aprono gli Askollstore in Italia per passare poi all’estero partendo, dal 2016, da un flagship-store a Parigi.