**Csm: ex capo segreteria Mastella, ‘nel 2006 da Tinebra pressioni su deputati contro Ardita’** (3)

8

(Adnkronos) – E sulla vicenda del Csm nel caso Amara Borgomeo spiega: “Mi sembrano storie alquanto inquietanti” e ricorda il “faticosissimo lavoro che hanno fatto tanti magistrati per una giustizia sana” e poi tutto viene “vanificato”. “Il ministro Mastella si era reso conto del fatto che c’era questa azione di mobbing e di ostilità nei confronti di Ardita, e il giovane magistrato diventò un nostro collaboratore, dal punto di vista dei contenuti. Lo abbiamo un po’ aiutato dandogli la possibilità di farsi apprezzare dal ministro stesso e dal gabinetto e gli demmo la possibilità di essere tutelato”. E aggiunge: “I dossieraggi dovrebbero essere inaccettabili, conoscendo il valore di tanti magistrati. Io ho avuto modo di lavorarci, ho visto abnegazione e senso dello Stato. A Ardita era uno di questi”.