Csm: pm Storari chiarisce, con Davigo seguito la legge e niente danni alle indagini

18

Milano, 8 mag. (Adnkronos) – Non un gesto sconsiderato, nessuna voglia di individualismo o di rivalsa, il pm Paolo Storari chiarisce la sua posizione davanti ai magistrati capitolini che indagano sulla rivelazione di segreto d’ufficio per aver consegnato all’allora consigliere del Csm Piercamillo Davigo dei verbali secretati dell’avvocato Piero Amara in cui svela la presunta ‘loggia Ungheria’. Il suo sarebbe stato l’unico atto possibile, dopo vari tentativi di ottenere risposte e chiarimenti dal procuratore Francesco Greco, nel rispetto della procedura e senza danneggiare la delicata indagine che coinvolge nomi illustri, anche tra di magistrati.