Cuba, Italian Design Day: inaugurato il nuovo centro ReDi

59

La tappa cubana della Giornata del design italiano nel mondo, organizzata in cento città grazie all’azione congiunta della Farnesina e dell’Agenzia ICE, è stata celebrata a L’Avana presso il nuovo Centro ReDi, spazio ideato per promuovere l’eccellenza italiana nel restauro e il design.

Nell’intervento introduttivo all’evento, l’ambasciatore d’Italia a Cuba, Roberto Vellano, ha evidenziato come tra i molti fili che collegano la storia di Cuba a quella dell’Italia, quello dell’architettura e del design sia tra i più significativi. Lo dimostra, ha sottolineato, il contributo di architetti italiani alla costruzione di edifici emblematici a Cuba, dalle fortezze militari del XVII secolo alle Scuole d’Arte costruite negli Anni 60 del secolo scorso”.

“La cultura del design italiano – ha infine detto l’ambasciatore – nasce nel Rinascimento e si sviluppa nel corso dei secoli grazie a un’influenza reciproca tra arte, industria e tradizioni, fino a diventare, dalla metà del ‘900 in poi, un elemento determinante per la crescita e il successo del made in Italy nel mondo”.

L’iniziativa, organizzata in collaborazione con l’Oficina del Historiador de la Ciudad de La Habana e l’Oficina Nacional de Diseno Industrial cubana, ha rappresentato anche l’occasione per inaugurare il Centro ReDi, che ha sede presso un prestigioso edificio a pochi passi dalla Plaza Vieja, cuore pulsante del centro storico de L’Avana. Si tratta di uno spazio dedicato a promuovere l’eccellenza italiana negli ambiti del restauro e del design (da cui la denominazione di ReDi), che è stato lo scenario oggi della partecipata conferenza sull’argomento e della premiazione di un concorso destinato a giovani designers cubani.