Cultura, Bonisoli a Ravello: In Campania macro-progetti importanti

15
In foto Alberto Bonisoli, ministro dei Beni Culturali e del Turismo

“In Campania avete qualcosa come 3-4 macro-progetti che sono una grossa opportunità. Ma ci vuole molta determinazione e un minimo di divisione”. Cosi’ il ministro dei Beni e delle Attività Culturali, Alberto Bonisoli, a margine della Conferenza nazionale dell’associazione delle istituzioni della cultura italiana in corso a Ravello (Salerno). Per Bonisoli e’ necessario focalizzarsi “su quella che e’ una visione strategica-moderna, che si concentri su quello che sara’ la societa’ tra 20 anni e l’economia tra 30 anni, che vada ad adottare le tecnologie piu’ giuste, piu’ morbide in termini di mobilita’ e rispetto ambientale”. Il ministro, inoltre, ha suggerito di evitare “il collage dei progetti”, cioe’ quando “si mettono insieme progetti che presi per se’ individualmente possono avere un senso, ma nel momento in cui non creano una visione d’insieme rischiano di essere un’opportunita’ mancata”. “Il mio ministero – ha garantito Bonisoli – fara’ il possibile affinche’ questo non accada, anzi questi progetti, ad esempio la buffer zone, e cioe’ tutto quello che accade attorno a Pompei, potrebbe essere un’opportunita’ di sviluppo economico estremamente importante per una zona vicina”.