Cultura, Procida raccoglie il testimone da Parma: comincia l’anno da capitale. Un’occasione unica

72

Con il passaggio del testimone simbolico, nell’ambito dell’evento “Tre giorni e un traguardo” organizzato da Parma Capitale italiana della Cultura 2020-2021, è iniziato ufficialmente l’anno di Procida. Ieri nel corso di una cerimonia presso il Teatro Regio alla presenza delle istituzioni nazionali, regionali e locali, il sindaco di Parma Federico Pizzarotti ha chiuso i due anni di Parma Capitale e stretto la mano, in rappresentanza dell’intera comunità isolana, al sindaco di Procida, Dino Ambrosino. “Ci è stata riservata un’accoglienza calorosa, in un clima familiare condiviso anche con i sindaci di Bergamo, Brescia e Mantova – ha raccontato Ambrosino – un’occasione in più per stringere relazioni e conferire a Procida un ruolo sempre più nazionale. Difficilmente nella storia della nostra piccola isola capiteranno altre occasioni del genere: per questo siamo certi che tutta la comunità darà il suo contributo alla parata di apertura dell’anno da Capitale che stiamo organizzando per il mese di marzo”. Nel corso della cerimonia l’assessore alla Cultura del Comune di Parma, Michele Guerra, e il direttore di Procida 2022, Agostino Riitano, hanno illustrato le eredità ideali dell’esperienza da Capitale italiana della Cultura. A rappresentare Procida nella tre giorni di Parma una folta rappresentanza dell’amministrazione comunale. “Con l’emozionante cerimonia di chiusura e il passaggio di testimone, l’isola stamattina si è svegliata ufficialmente Capitale Italiana della Cultura 2022”, ha sottolineato l’assessore alla Cultura Michele Assante Del Leccese.