Cultura, scienza e tecnica: 8 milioni agli enti privati

36

Dal Miur arrivano oltre 8 milioni di euro (più di tre milioni per il 2014 e 2.750.000 per ciascuno dei successivi anni 2015 e 2016) per contribuire al funzionamento degli enti Dal Miur arrivano oltre 8 milioni di euro (più di tre milioni per il 2014 e 2.750.000 per ciascuno dei successivi anni 2015 e 2016) per contribuire al funzionamento degli enti privati che svolgono senza scopo di lucro attività di ricerca finalizzata all’ampliamento delle conoscenze culturali, scientifiche e tecniche. Chi può partecipare Possono presentare domanda gli enti di ricerca che, alla data di scadenza del bando, hanno ottenuto da almeno tre anni il riconoscimento della personalità giuridica. Deve trattarsi di organismi che svolgano, per prioritarie finalità statutarie e senza scopo di lucro, l’attività di ricerca finalizzata all’ampliamento delle conoscenze culturali, scientifiche, tecniche non connesse a specifici e immediati obiettivi industriali o commerciali e realizzate anche attraverso attività di formazione post-universitaria specificamente preordinata alla ricerca. Enti esclusi Non possono, invece, usufruire dei contributi gli enti pubblici di ricerca, le università statali e non statali, i centri, i consorzi e le società di ricerca e loro fondazioni, nonché gli enti che hanno ottenuto nel corso dello stesso esercizio contributi di funzionamento o altre agevolazioni, con identiche finalità e natura giuridica, a carico del bilancio dello Stato. Contributi Il contributo riconosciuto a ciascun soggetto sarà pari all’80 per cento dei costi di funzionamento ammessi al finanziamento: l’importo, in ogni caso, non potrà essere inferiore ai 50mila euro, né superiore ai 300mila. Domande Le domande dovranno essere compilate e trasmesse, assieme ai relativi allegati, esclusivamente utilizzando il servizio telematico Sirio, entro le 15 del prossimo 19 novembre. Una volta effettuata la trasmissione in modalità elettronica, la domanda dovrà essere stampata, firmata dal legale rappresentante del soggetto richiedente e spedita, insieme con una copia del documento di riconoscimento, al ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca – Dipartimento per la Formazione Superiore e per la Ricerca – Direzione generale per il coordinamento, la programmazione e la valorizzazione della Ricerca – Piazzale J. F. Kennedy, 20 – 00144 Roma. Sulla busta dovrà essere apposta la dicitura “Domanda di partecipazione al bando di cui al Dm 44/2008”. Il plico potrà essere consegnato tramite raccomandata con avviso di ricevimento, mediante corrieri privati o agenzie di recapito autorizzati entro il termine perentorio del 27 novembre 2014. Valutazione Le domande saranno valutate da una Commissione appositamente nominata che stilerà una graduatoria sulla base di criteri precisi: la qualità e rilevanza dei programmi di ricerca svolti in modo continuativo, anche tramite collegamenti con altre istituzioni italiane o internazionali, in particolare con quelli dell’Unione Europea e i risultati conseguiti nell’ultimo triennio; la tradizione storica dell’ente, la sua rilevanza nazionale e internazionale e la sua attualità sulla base dei riscontri riconosciuti dalla comunità scientifica; la coerenza e congruità del contributo richiesto rispetto alle attività svolte e programmate e rispetto ai flussi di bilancio dell’ente; la consistenza e qualificazione delle risorse umane coinvolte; la consistenza del patrimonio didattico, scientifico e strumentale. Sulla base della graduatoria il ministro provvederà all’assegnazione dei contributi approvando l’apposita tabella triennale degli interventi 2014-2016. L’erogazione del finanziamento avverrà, su base annuale, in due soluzioni: 50 per cento a titolo di anticipazione e l’altro 50 per cento a saldo.


Risorse complessive 8 milioni di euro Distribuzione 3.005.000 euro per il 2014 2.750.000 per il 2015 2.750.000 per il 2016 Contributo Compreso tra 50mila e 300mila euro Cofinanziamento 80 per cento dei costi di funzionamento ammessi Chi può partecipare Enti privati di ricerca senza scopo di lucro Scadenza Ore 15 del 19 novembre.