Cultura: Spoleto art festival, incontro e confronto fra varie arti

24

Perugia, 24 set. (Labitalia) – Al via il 28 settembre (fino al 1° ottobre) la decima edizione di ‘Spoleto art festival’. In virtù del gemellaggio che il Photofestival ‘Attraverso le pieghe del tempo’ ha con la manifestazione spoletina presieduta da Luca Filipponi, sarà presente per l’occasione in terra umbra una exhibition di arti varie organizzata da Lisa Bernardini, fotografa, art director e presidente dell’Occhio dell’Arte. “Sarà un momento -spiega a Labitalia Lisa Bernardini- di incontro e di confronto fra arti varie. La nostra partecipazione si intitolerà ‘L’occhio dell’Arte si presenta a Spoleto’ e aprirà i battenti all’interno dello Spoleto Art Festival alla galleria di corso Mazzini 25/27. L’Occhio dell’Arte sarà per i prescelti una vetrina. Un modo per dire ‘ci sono’. Per conoscere, per dialogare, per affermare il proprio punto di vista”.

L’Occhio dell’Arte è un’associazione culturale che nasce il 23 settembre 2009. Ha sede in Anzio (Roma) e ha scopi attinenti alla promozione di opere di solidarietà sociale e di eventi culturali, anche in collaborazione con altri enti, gruppi ed associazioni. Promuove attività che abbiano una positiva ricaduta sul territorio attraverso la realizzazione di rassegne, mostre fotografiche e di pittura, viaggi fotografici e culturali, corsi di fotografia, corsi di recitazione e concorsi. Organizza anche concerti, spettacoli e conferenze. Gli artisti presenti con l’Occhio dell’Arte a Spoleto, che avranno in esclusiva anche il patrocinio dell’Annuario del cinema italiano & audiovisivi, sono: Massimiliano Bartesaghi (fotografo), Daniela Prata (disegnatrice) , Francesca Ore (pittrice), Gino Di Prospero (pittore), Marina Rossi (fotografa), Ester Campese Campey (pittrice).

Spazio anche alla Letteratura, con i caffè letterari d’Italia e d’Europa, di cui Angelo Sagnelli è direttore artistico. Tra i numerosi scrittori che giungeranno quest’anno a Spoleto verranno premiati: lo sceneggiatore e scrittore Marco Tullio Barboni, la giornalista free lance e scrittrice Isa Grassano, e lo psichiatra, saggista e scrittore Giuseppe Lago. Marco Tullio Barboni porterà a Spoleto ‘A spasso con il mago. Merlino e io’ (Viola Editrice), storia d’amore tra l’autore ed il suo mai dimenticato cane Merlino, rivissuta attraverso un sogno lucido e scritta sotto forma dialogica. Isa Grassano verrà premiata per il libro ‘Forse non tutti sanno che in Italia…’, (Newton Compton), in cui svela i tesori più nascosti del nostro Bel Paese. Giuseppe Lago, invece, verrà nella cittadella umbra a ritirare il riconoscimento per ‘La Fuoriuscita’ (Alpes Edizioni), romanzo psicologico che affronta il tema della psicoterapia e dei suoi eccessi. Le premiazioni di Spoleto Letteratura si svolgeranno nel pomeriggio del 29 settembre a Palazzo Mauri.