Da Versailles a Caserta, Regge d’Europa: verso il “pacchetto unico”

65

Un pacchetto unico che permetta ai turisti di tutto ilmondo di accedere alle Residenze Reali d’Europa e di poter usufruire di diversi servizi. L’ ipotesi di sinergia tra siti culturali di diversi Paesi europei – qualcosa in più di un semplice biglietto unico – è stata avanzata al meeting organizzato dall’ Arre,(Associazione delle Residenze Reali Europee), alla Reggia di Caserta. L’ associazione riunisce i più importanti siti monumentali d’ Europa, da Versailles al Cremlino, alla Reggia Borbonica casertana. Quest’ultima, agli occhi di Denis Verdier-Magneau, direttore del Dipartimento di Sviluppo Culturale della Reggia di Versailles, è apparsa “impressionante per l’imponenza degli Appartamenti Storici”. “Il Parco Reale – aggiunge il funzionario francese – è magnifico”. “Le Regge – dice Elena Alliaudi, coordinatrice dell’ Arre – hanno una propria specificità per cui è necessario rendere più stretti i rapporti tra questi siti culturali, che non sono semplici musei. Ciò che va migliorato, in un contesto in cui lo Stato davvero punta sulla cultura, è la sensibilità del territorio verso i propri beni culturali: i francesi considerano Versailles la loro Reggia, ma quanti italiani hanno la stessa considerazione per la Reggia di Caserta ?”.
Per Alessandra Priante, responsabile delle Relazioni Internazionali del Mibact, “è una delle prime volte che la Reggia di Caserta si presenta al cospetto di una platea di livello internazionale, come quella rappresentata oggi, con la consapevolezza di poterci essere. Fino all’avvento di Felicori, mancava la coscienza di aver raggiunto un livello così alto”. Il direttore della Reggia di Versailles loda il “lavoro enorme svolto da Felicori per il rilancio del sito”. “La Reggia di Caserta deve diventare una meta fissa per i turisti che visitano Napoli, come lo è il Palazzo di Versailles per coloro che visitano Parigi”, aggiunge. Forme di collaborazione bilaterali con il Museo casertano, che già nei mesi scorsi ha siglato accordi con l’ Hermitage di San Pietroburgo per lo scambio di dipinti sono allo studio anche per Versailles. “Abbiamo una storia simile da condividere”, dice  Verdier-Magneau. I rappresentanti delle dimore reali hanno visitato la mostra realizzata dagli studenti dell’ Istituto superiore “Mattei” di Caserta “T-Urban, Tutte Regine”, allestita nell’atrio di ingresso alla Cappella Palatina dove si svolge il meeting dell’Arre.