Dagli occhi di un foodblogger: Diego Vitagliano, un’esperienza fuori dall’ordinario

324
dalla pagina Facebook della pizzeria Diego Vitagliano

di Raffaele De Santis e Fabrizio Liberati

Locale: Diego Vitagliano Pizzeria
Tipologia: Pizzeria
Indirizzo: Via Nuova Agnano, 1 – Via Campi Flegrei, 13, Pozzuoli
Prezzo: €€

Avviando la sua prima attività il 9 settembre del 2016, Vitagliano si presenta a Bagnoli e successivamente a Pozzuoli come uno dei pionieri della pizza contemporanea, detta “a canotto”: il suo locale a tre piani, sulla cui cima troneggia una splendida terrazza, è costantemente pieno. E questo certamente non è un caso.

Diego si distingue dalla (forte) concorrenza per la sua voglia di accontentare tutti, offrendo esperienze variegate ed uniche ai clienti (i cui feedback sono costantemente ascoltati), e non una semplice pizza.

Il percorso di degustazione trattato in questo articolo è formato da otto portate, studiate per esaltarsi o contrastarsi tra loro, in modo che il pasto non perda quel senso di continuità che accompagna il cliente per tutta la sua durata.

In apertura una gustosa provola affumicata alla pizzaiola (con riduzione di pomodoro San Marzano) anticipa la margherita bianca con pomodorini gialli, sapientemente abbinata in questa stagione con delle alici, che ben si legano con il sapore dei pomodorini. A seguire un’altra pizza, questa volta a base multicereale per esaltarne il gusto, “alla nerano” (provola, crema di zucchine e zucchine).

foto a cura di Eatmosfere

La quarta portata rappresenta una piacevole sorpresa: panuozzetto con peperoncini del “ciummo”, salsicce e provola. Il piccolo panuozzo è sfornato dalla bakery a marchio “10” dello stesso Vitagliano, e riesce a spezzare in due la degustazione. Ed infatti come quinto piatto troviamo una parmigiana scomposta (provola, riduzione di pomodoro e cialda di parmigiano), che conferisce al percorso un gusto più forte rispetto ai precedenti.

Un’altra sorpresa, che per sapore dà continuità alla parmigiana, è certamente il morbidissimo Bagel (nuovamente a marchio 10) farcito con bacon e uovo, la cui consistenza ricorda il classico pane al latte.

La penultima portata è una marinara “in pala” che, con la sua forma differente dalla classica pizza napoletana, anticipa la dolce chiusura offerta dal cornetto crema ed albicocca pellecchiella del Vesuvio, al termine di un percorso ben studiato e, soprattutto, preparato.

Diego Vitagliano è un must per chi ama coccolarsi con del buon cibo, ma anche per chi è voglioso di gustare una pizza ben lontana dai classici canoni napoletani, che in molti potrebbero abbandonare grazie a questa esperienza. Entrambe le sedi offrono la medesima qualità di prodotti, come testimoniato dai numerosi feedback, ottenuti grazie al costante impegno del proprietario e dei suoi fidati colleghi!

in foto il nostro foodblogger a lavoro, in compagnia della sua collega!

“Dagli occhi di un foodblogger” nasce dalla collaborazione tra un foodblogger emergente, Fabrizio Liberati (https://www.instagram.com/fslfoods/), ed il pubblicista Raffaele De Santis (https://www.instagram.com/raffaeledesantiis/) con l’obiettivo di raccontare le idee e le attività dei locali che esaltano la nostra Napoli!

Ringraziamo inoltre Roberta “Eatmosfere” (https://www.instagram.com/eatmosfere/) per aver impreziosito l’articolo con alcune le sue foto.

Se l’articolo vi ha incuriosito potete seguire Diego Vitagliano su Instagram (https://www.instagram.com/10diegovitagliano/) e Facebook (https://www.facebook.com/10pizzeriabagnoli).