Dal rosso Ferrari al black della carta metallica, ecco il nuovo status symbol

30

Roma, 11 apr. (Adnkronos/Labitalia) – Dal rosso Ferrari al black della carta metallica, ecco come è cambiato il colore’ degli status symbol. All’inizio, infatti, fu la Ferrari, la Rossa su quattro ruote più bella e più costosa di sempre. Poi negli anni ’80 arrivò il computer, seguito un decennio dopo dal cellulare, fino allo smartphone dei giorni nostri, nelle declinazioni più trendy dello smartwatch e dell’iPhone X della Apple. Non solo semplici auto o elettrodomestici o cellulari, ma veri e propri status symbol, oggetti che oltre al bisogno, in una società deve i bisogni sono stati quasi del tutto soddisfatti, realizzano anche i desideri, raccontano i gusti della persona, il suo successo e trasmettono dettagli della sua personalità e del suo essere contemporaneo. (Fotogallery)

Il vento della tecnologia ha soffiato forte anche tra gli oggetti ‘cult’ che, negli ultimi vent’anni, si sono trasformati inesorabilmente in oggetti hi-tech e molto self-tailored. La personalizzazione dell’oggetto e del servizio è, infatti, il vero plus che distingue una cosa funzionale da un ‘must have’. Per chi ha la fortuna di mettere le mani su uno di questi dispositivi, lo status non è solo di possedere quel telefono o quello smartwatch, ma anche di poterli personalizzare con accessori innovativi che rendono quell’oggetto un’estensione del proprio modo di essere. Insomma, una vera e propria forma di comunicazione che rivela molto di noi oggi, come individui.

Anche i sistemi di pagamento si sono profondamente trasformati e ora hanno ora il loro oggetto cult: la prima carta di credito in metallo dotata di funzionalità contactless al mondo. La carta di credito più prestigiosa emessa in Italia, si chiama Nexi Black (è un prodotto Nexi sul circuito Mastercard) e, cosa che la rende veramente esclusiva, non si può richiedere: è l’Istituto bancario che la offre ad un selezionatissimo gruppo di clienti che desiderano una card con servizi e privilegi di altissimo livello. Infatti, le carte Black in Italia si differenziano principalmente per quota annua e plafond, due elementi che non si legano al prodotto e al percepito del cliente ma alla valutazione della Banca.

Per questo, fin dalla sua ‘fisicità’, la carta Nexi Black è un elemento distintivo, sinonimo di innovazione (è nativa per Hce ed Apple Pay ed è la prima carta metallica utilizzabile contactless) e status elevato. E’ infatti realizzata in Metal Veneer, il materiale usato da designer e architetti per creare preziose decorazioni e finiture di interni, opere d’arte e insegne.

E guardando alle caratteristiche di questa targhetta di metallo, dal design elegantissimo, contemporaneo e minimalista, si capisce perché: il suo limite di utilizzo è molto elevato (minimo 25.000 euro mensili) ed in grado di rispondere a esigenze di spesa importanti. Non solo. Nexi ha ridisegnato tutti i momenti principali del life cycle del prodotto, dall’invito alla sottoscrizione alla welcome call, dalle Dem con offerte dedicate ed inviti ad eventi esclusivi garantendo ai titolari Black la migliore experience personalizzata possibile. Anche l’App Nexy Pay avrà un look&feel disegnato ad hoc per questi clienti con accesso semplificato ai servizi di Priority Pass e chiamata diretta al Personal Planner.

Il customer service, che caratterizza tutte le carte di credito, qui non poteva che essere al top: un Concierge service attivo 24 ore su 24 con numero verde dedicato, degno del Plaza di New York e con la stessa cortesia e la stessa efficienza, renderà possibile l’impossibile.

Volete prenotare dei biglietti per l’ultimo musical in scena a Londra? Avete dimenticato un regalo importante o volete mollare tutto, rendervi irreperibili e veleggiare sui mari del Sud? Il Personal Planner Black organizzerà tutto questo per voi grazie alla magica tesserina metallica.

I servizi offerti da questo super Concierge sono tantissimi: si possono noleggiare auto di lusso, yachts, inviare documenti personali, ricercare e prenotare ristoranti, trovare l’introvabile! Per i viaggi, in particolare, c’è un servizio su misura (Travel Designer) che mette a disposizione un Personal Travel Assistant per ogni esigenza, dalla ricerca di mete esclusive e strutture raffinate al servizio di prenotazione e acquisto di biglietteria. In Italia i servizi più gettonati sono quelli di prenotazione di posti al ristorante, seguiti dall’acquisto di biglietti.

Anche l’attesa in aeroporto è all’insegna del massimo comfort: il servizio Priority Pass dà accesso gratuito ed illimitato alle Vip Lounge dell’omonimo, presenti negli aeroporti di tutto il mondo. Inoltre, tramite Esclusive Premium, verranno comunicati tramite email o estratto conto, offerte e inviti per iniziative realizzate in collaborazione con i brand più prestigiosi.

Il tutto naturalmente all’insegna della massima sicurezza: la carta Black offre il servizio Card Care, cioè la possibilità, in casi di emergenza, di bloccare tutte le carte di pagamento e di ricevere (ovunque nel mondo) una copia dei documenti di identità sottratti o smarriti.

In una recente ricerca James Anthos, direttore del programma di Information Technology presso la South University, Columbia, spiega: “È ragionevole affermare che il nostro uso della tecnologia e di dispositivi particolari dice chiaramente qualcosa sul nostro carattere, cioè spigoloso, innovativo, sensibile, pratico, e sembra essere una parte vitale della nostra identità moderna. Da qui il fatto che gli accessori tecnologici di vario tipo sono ora anche una forza trainante per ampliare ulteriormente la definizione del proprio stile personale”.

Insomma, per la signora borsetta con cipria, specchio e Nexi Black per un outfit ladylike. Per il gentleman, card metallica nel taschino. E si capisce subito la classe.