Dal volto di Pasolini a Capri distesa sul mare: al Mann “Naples. Sense of place”, 52 scatti b/n Alex Trusty

27
in foto uno scatto in bianco e nero di Alex Trusty

“Naples. Sense of place”: al Museo Archeologico Nazionale di Napoli cinquantadue scatti di Alex Trusty invitano i visitatori a scoprire la città e il suo genius loci. Dal volto di Pier Paolo Pasolini sul tufo dei palazzi del centro storico alla visione di Capri distesa nel mare del Golfo, dal Vesuvio coperto di nuvole alla Gaiola: nelle immagini in bianco e nero Napoli si mostra al di là degli stereotipi, con le sue atmosfere uniche e poche le presenze umane poiché l’obiettivo è tutto concentrato sul potere evocativo dei luoghi. Nello scatto dedicato al Mann i due celebri Corridori della Villa dei Papiri. L’itinerario fotografico è ospitato nella sala del Toro Farnese dal 1 ottobre 2021 al 6 gennaio 2022. Classe 1967, romano, Alessandro Fidato è un manager che, sin da giovanissimo, coltiva la passione per la fotografia. Allestisce la sua prima mostra collettiva nel 2014 con un reportage su L’Aquila dopo il terremoto: da allora, con lo pseudonimo Alex Trusty segue un itinerario creativo che intreccia i temi del paesaggio e dell’architettura urbana. “Tanti altri luoghi hanno perso la memoria cancellandone i segni o venendo abbandonati da quei cittadini che, come in Campania, hanno nel loro Dna la stessa stratificazione culturale dei quartieri che poggiano direttamente sugli stenopoi greci a pochi passi dal mare; e, per questo motivo, sono geneticamente preposti all’accoglienza, alla multiculturalità, al diverso. Il lavoro di Trusty non solo ha valore artistico, ma è, a tutti gli effetti, un’azione di tutela e salvaguardia del genius loci”, scrive il direttore del Mann, Paolo Giulierini, nella prefazione del catalogo della mostra. Il volume è edito da Arte’m ed è arricchito da un contributo introduttivo del fotografo Sergio Siano.