Dalla Cybersecurity ai Big Data: incentivi alle Pmi per nuovi investimenti

121

Il Decreto Crescita ha previsto l’introduzione di un nuovo incentivo finalizzato ad agevolare la trasformazione digitale dei processi produttivi delle piccole e medie imprese. L’incentivo è riservato alle Pmi operanti nel settore manifatturiero o dei servizi, con almeno due bilanci approvati e depositati, ed un importo dei ricavi delle vendite e delle prestazioni pari ad almeno 500 mila euro. Saranno finanziati progetti di trasformazione tecnologia e digitale, con un importo minimo di 200 mila euro, diretti all’implementazione di tecnologie 4.0, quali advanced manufacturing solutions, addittive manufacturing, realtà aumentata, simulation, integrazione orizzontale e verticale, industrial internet, cloud, cybersecurity, big data e analytics.

L’agevolazione coprirà il 50% degli investimenti ammessi, parte tramite finanziamento agevolato e parte a fondo perduto.

Per il biennio 2019/2020 sono stati stanziati 100 milioni di euro. Si attende ora la pubblicazione del decreto attuativo per rendere operativo lo strumento.