Dalla ricerca alla chirurgia robotica, il Pascale fa scuola al centro Ettore Majorana

52

Il Pascale sbarca a Erice. Nel centro di cultura scientifica Ettore Majorana, l’organizzazione scientifica nota in tutto il mondo, presieduta da Antonino Zichichi, un’ equipe di medici dell’Istituto dei tumori di Napoli ha tenuto il primo di una serie di corsi di formazione sull’implementazione delle strategie traslazionali nelle patologie oncologiche, dalla ricerca alla chirurgia robotica. L’iniziativa, fortemente sostenuta dal direttore generale del Pascale, Attilio Bianchi, e dalla Governance dell’Ente, che ha patrocinato e sponsorizzato l’evento, ha preso il via con un workshop, diretto da Franco Maria Buonaguro e da Maria Lina Tornesello della UOC di Biologia Molecolare ed Oncogenesi Virale dell’INT di Napoli, dedicato alle Human Papillomavirus-related Malignancies . “La scelta di questa tematica – spiegano i due ricercatori – e’ dovuta alle numerose novita’ attualmente in corso di attuazione in questo settore: la trasformazione dello screening delle patologie della cervice uterina da citologico (pap-test) a molecolare, con l’introduzione del test per la ricerca del DNA virale; l’introduzione del vaccino anti-HPV nonavalente da parte della MSD (Merck Sharp & Dome); l’estensione della vaccinazione anti-HPV ai maschi”. Nell’equipe del Pascale anche i chirurghi Stefano Greggi (direttore della Ginecologia dell’Irccs parteopeo) e Franco Ionna (direttore del Dipartimento Maxillo-Facciale), il primo per quanto riguarda piu’ da vicino il tumore della cervice uterina, il secondo per quanto riguarda la chirurgia robotica, tecnica fondamentale in alcuni tumori indotti dal papilloma. L’obiettivo del workshop, a cui hanno partecipato i presidenti delle principali societa’ scientifiche italiane, e’ stato quello di analizzare e discutere gli aspetti eziopatogenetici biomolecolari piu’ recenti per lo sviluppo di metodiche innovative piu’ puntuali e funzionali alla diagnosi precoce, caratterizzazione molecolare, valutazione prognostica e responsivita’ terapeutica per una terapia di precisione personalizzata con minori effetti collaterali e riduzione di over-treatment. Questi corsi inaugurati dal Pascale sono mirati, inoltre, all’identificazione di nuovi target terapeutici.