Dalla spiaggia alle passerelle: la borsa in paglia si riconferma un classico anche per l’estate 2023

248
in foto borsa Jacquemus

Più che una novità, è una riconferma: infatti, anche per l’estate 2023, ritorna il trend della borsa in paglia. Una vera e propria mania che imperversa tra gli appassionati di moda e che, già negli ultimi anni, si era affermata come una delle tendenze più glam delle scorse stagioni estive.

Ma, quest’anno più che mai, addirittura quasi tutte le grandi maison di moda, accanto alle loro iconiche it-bags da collezione, hanno altresì fatto sfilare in passerella una o, addirittura, più borse in paglia (meglio ancora se con maxi-logo a vista), proprio a sancire quanto sia diventato un must-have da possedere assolutamente nel guardaroba estivo. E pensare che, fino a pochi anni fa, il cestello in paglia era “soltanto” un utile vezzo da acquistare sulle bancarelle dei mercatini o nei negozietti delle località di mare -spesso per pochi euro- e che serviva per caricarci dentro tutto il necessario per la spiaggia o per la spesa. 

Sporte grossolane per qualità e dalla banale semplicità che, nell’immaginario collettivo: “facevano estate” e, per generazioni e generazioni, sono state sinonimo di spiaggia, crema solare, secchiello e paletta.

Ma, adesso, tutto è cambiato: la basket-bag è diventata un accessorio elegante e di squisita raffinatezza e, nonostante la materia prima e la forma siano rimaste più o meno le stesse, a cambiare è la destinazione d’uso; infatti, il “panier”, come lo chiamano i francesi, lo si può sfoggiare in tutte le occasioni, anche quelle più mondane e, addirittura, come complemento classy-chic su un abito da sposa. Altro “cambiamento”: il prezzo. Quelle firmate, ovviamente, possono superare anche i 3-4000 euro. Prima, con 5000 lire, al massimo 10.000 lire per i formati più grandi, la borsa in paglia te la portavi a casa. Adesso, il brand ha rimescolato tutto ed, ovviamente, ha adeguato anche le lavorazioni e le applicazioni-decor (anche gioiello), facendo salire i prezzi. 

Ed ecco, quindi, che da Versace a Dolce&Gabbana, da Celine a YSL, da Valentino a Roger Vivier ecc… la cesta in paglia è diventata un vero e proprio cult, declinata anche nelle varianti in: vimini, raffia, foglie di banano intrecciato, midollino o in juta; l’importante è possederne una! 

Ma l’amore tra il “panier” e la moda non è nato oggi. Infatti, già oltre mezzo secolo fa, dive dal calibro di Audrey Hepburn e Jane Birkin (indimenticabile a Saint Tropez con il suo cestello sottobraccio) come pure la magnifica Brigitte Bardot (mitiche le sue fotografie sulle spiagge più chic della sud della Francia e tra le stradine di Capri con la sporta di vimini in mano) non si separavano mai dal loro accessorio simply-chic. 

Ecco i corsi ed i ricorsi della storia… pardon, della moda!

Ed, oggi? Oggi, a riportare in auge il mito della basket-bag sono super-star come Jennifer Lopez (amante delle maxi-shopper in raffia di Valentino) ed un’infinita carrellata di volti noti del cinema, del fashion-system, dello sport e della tv: da Olivia Palermo a Heidi Klum ecc… 

Logata o non logata (anche le grandi catene di fast-fashion ne hanno proposte diverse in collezione), firmata o no, l’importante è sfoggiarne una… e non solo al mare; infatti, è molto glam indossarne una all’aperitivo, per una semplice passeggiata come pure per una cerimonia. Leggere, versatili e facilmente abbinabili con tutto: come si può rinunciare a questo trend di stagione?