Dall’Arera 85 milioni per le reti idriche di Napoli e del Cilento

10

L’Autorità Nazionale di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (Arera) ha dato il via libera a finanziamenti per oltre 85 milioni di euro alla Campania nell’ambito del piano nazionale per gli interventi necessari e urgenti per il settore delle reti idriche. I finanziamenti, apprende l’ANSA, prevedono quattro fondi distinti per Abc, la scietà pubblica che gestisce la rete di Napoli: 47 milioni per “interventi di messa in sicurezza degli adduttori costituenti l’Acquedotto del Serino” e 10 milioni per il “rifacimento rivestimento interno delle vasche dei serbatoi cittadini”, 14,4 milioni per la realizzazione del serbatoio di Capodichino e 6,2 milioni di euro per la realizzazione del serbatoio dei Camaldoli. Gli altri fondi stanziati sono di 750.000 euro per “l’adduzione a gravità del serbatoio di San Sebastiano”. Tutti questi interventi sono per l’ambito distrettuale di Napoli. La delibera dell’Arera prevede anche 6.974.000 euro per “interventi di ristrutturazione e potenziamento del sistema di adduzione idrica dell’Area del Cilento per l’Acquedeotto del Faraone e per il potenziamento dell’adduzione dell’area del Monte Sella”.