Dalle aree interne alla dimensione territoriale di sviluppo: via al 3° congresso Cst Uil Avellino/Benevento

100

Dalle aree interne alla dimensione territoriale di sviluppo: è il filo conduttore del 3° congresso Cst Uil Avellino/Benevento in programma i prossimi 26 e 27 maggio prossimi presso il Centro Fieristico Fiere della Campania in Contrada Orneta ad Ariano Irpino.
“Il protagonismo del territorio. Lavoro, Diritti, Sviluppo” il tema scelto per la due giorni che conclude il percorso, aperto lo scorso 4 maggio, che ha visto confrontarsi segretarie e delegati di tutte le categorie: giovedì ad Ariano Irpino sarà il segretario generale Gigi Simeone a ripercorrere nella sua relazione l’attività portata avanti negli ultimi, quattro anni, interessati dalla pandemia e oggi dalla guerra in ucraina che mette in difficoltà l’economia internazionale, mettendo a serio rischio anche le prospettive di territorio, come quello irpino e sannita, già quotidianamente costretto a fare i conti con ritardi e carenze.
La scelta della location in Valle Ufita ha il senso della volontà precisa di ripartire dal territorio, quello dove sorgerà la stazione logistica per quella “idea” di sviluppo attorno alla quale sono chiamati a confrontarsi tutti i protagonisti: sindacati, istituzioni, imprenditori, associazioni di categoria.

Il programma dei lavori
Giovedì 26 maggio alle ore 15 apertura del congresso, presiede Vincenza Preziosi. Dopo i saluti istituzionali del presidente della Comunità Montana Ufita Fabiano Raffaele, la relazione del segretario generale Gigi Simeone.
Seguono gli interventi degli ospiti: Sergio Melillo vescovo di Ariano Irpino, Enrico Franza sindaco di Ariano Irpino, Oreste Vigorito presidente Confindustria Benevento, Michele Gubitosa parlamentare e vicepresidente M5S, Clemente Mastella sindaco di Benevento, Luciano Valle segretario generale Cgil Benevento, Gianluca Festa sindaco di Avellino, Fernando Vecchione segretario generale Cisl Irpinia Sannio, Emilio De Vizia presidente Confindustria Avellino, Umberto Del Basso De Caro deputato Pd, Oreste La Stella Confcommercio Campania e Franco Fiordellisi segretario generale Cgil Irpinia. Conclude Emanuele Ronzoni segretario organizzativo Uil Nazionale.
Venerdì 27 maggio con inizio alla ore 9.30 i lavori, con la partecipazione del segretario generale UIL Campania Giovanni Sgambati, porteranno all’elezione degli organismi.
L’assise congressuale si apre con “L’inganno della Natura” la performance per corpo e voce interpretata da Maria Rosaria Carifano e Valeria Lanzara. Al centro ci sono la donna e la violenza: la UIL ha scelto di investire il budget dei gadget congressuali in una borsa lavoro a favore di una giovane donna vittima di violenza.
“Abbiamo voluto dare un segno tangibile, reale, a chi conosce sulla propria pelle il fenomeno della violenza- dice Vincenza Preziosi- da qui il nostro progetto “Da vittime a protagoniste” per finanziare al borsa lavoro di Maria (nome di fantasia) ragazza ospite della casa rifugio Antonella Russo”. In sala anche la comunità che oggi ospita Maria, “La casa di riposo 8 marzo” dedita alla tutela dei non autosufficienti. Alla base la firma di un protocollo d’intesa per la promozione di un tirocinio extracurriculare finalizzato al ripristino della dignità e al contrasto del fenomeno della violenza di genere.