Dall’education agli open data: Miur a caccia di giovani talenti

38

Il ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca va a caccia di talenti, con sfide pubbliche aperte ai cittadini per promuovere l’innovazione in settori che vanno dal Made in Italy all’education, dall’energia Il ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca va a caccia di talenti, con sfide pubbliche aperte ai cittadini per promuovere l’innovazione in settori che vanno dal Made in Italy all’education, dall’energia alla promozione degli open data. Per la gara di avvio del programma i progetti vanno presentati entro il prossimo 3 aprile. Il primo programma di Challenge Prize italiano è partito in via sperimentale con l’apertura del sito Talent Italy, su cui è disponibile la prima sfida proposta dal Miur che riguarda l’istruzione e, in particolare, i “Mooc” (Massive open online course), corsi online aperti, pensati per coinvolgere una grande utenza. Il progetto Talent Italy, basato su esperienze di Challenge Prize già diffuse in Nord America ed Europa, prevede la creazione di sfide rivolte a ricercatori, studenti e creativi, ma più in generale a tutta la cittadinanza, affinché i partecipanti, proponendo soluzioni inedite, contribuiscano all’avanzamento del livello di ricerca e innovazione. TUTTI I DETTAGLI E IL BANDO DA SCARICARE SUL DENARO IN EDICOLA DOMANI ASSIEME AL SOLE 24 ORE