Danza,Carla Fracci a Montoro per l’International Dance Day

82

La Giornata Mondiale della Danza, istituita dall’Unesco per il 29 aprile di ogni anno in onore e nel giorno del compleanno del teorico illuminista Jean-Georges Noverre, quest’anno si scopre capitale nella cittadina irpina di Montoro, al confine tra le province di Avellino e Salerno. Qui Fabrizio Esposito, già solista del Teatro di San Carlo di Napoli ed oggi coreografo e direttore dell’@-Motion, ha allestito per sabato 22 aprile il “MIDD 2017 – Montoro International Dance Day” con ospiti di chiarissima fama ed un programma davvero ricco. Ma soprattutto generoso per i palati dei giovanissimi e degli appassionati più abituati al repertorio ed alle faccende tersicoree del Novecento. “Quest’anno abbiamo voluto allestire una Giornata Mondiale della Danza capace di andare incontro alle esigenze coreutiche di tutti gli appassionati che riempiranno le sale a disposizione – spiega Fabrizio Esposito – soprattutto perché vogliamo lasciare il segno proprio come voleva Jean-Georges Noverre nella sua riforma del balletto nel Settecento. Noi abbiamo il compito di educare ed entusiasmare il nostro giovane pubblico, accogliendo le istanze delle nuove generazioni con l’esplorazione di tutte le discipline coreutiche in una sola magica giornata di danza”.

Il canovaccio di questa giornata spazia dalle sale alla teoria con un’offerta didattica ed artistica difficilmente ripetibile, a partire di dalle rappresentazioni di “Human Bodies” a cura di Emma Cianchi, una suite tratta da “Karmaen” della @-Motion di Fabrizio Esposito, un’altra suite stavolta tratta da “Mani-ere” di Luca Calzolaro della Gèranos Orchestra Dance Company, diretta da Stefania Ciancio e lo stesso Luca Calzolaro, con la partecipazione straordinaria dell’Able to Dance diretta da Maria Teresa Ingino, con il titolo Sinossi Apnea, peraltro vincitori del XVI Festival della Abilità Differenti. “Come di consueto portiamo alla ribalta anche tematiche che ci diano l’opportunità di riflettere – chiude Fabrizio Esposito – così da arricchire di contenuti una giornata speciale ed allestire uno spettacolo nello spettacolo. Basti pensare all’incontro con Carla Fracci che risponderà a tutte le domande dei tanti ragazzi già prenotati al dibattito su e con l’icona della nostra danza. E poi mi piace pensare i nostri tanti ragazzi a confrontarsi con i professionisti ospiti sul tema “Danza e Formazione: i nuovi sbocchi della produzione”. Amicizia evidentemente in bella compagnia con l’etoile per eccellenza Carla Fracci abbracciata idealmente dal marito regista teatrale e di balletto Beppe Menegatti, la direttrice del Ravello Festival-Danza e del Premio Positano Laura Valente, il direttore della Scuola di Ballo del Teatro di San Carlo di Napoli Stephane Fournial e le coreografe e docenti Jocelyne Milochau, Emma Cianchi ed Antonella Iannone per un parterre da Montoro capitale della danza.