Danza, l’Accademia Flegrea festeggia il trentennale di Enzo Correale

32

Sono passate trenta primavere da quando Enzo Correale ha cominciato a scrivere la propria storia della danza. Una storia che si è cucito addosso a Quarto, comune flegreo così vicino a Napoli eppure così lontano anni luce dalla danza che contava trent’anni fa. Ovvero fino a quando il signore della danza Enzo Correale ha voluto e saputo intercettare un territorio da arricchire di danza ai piedi di Tersicore. Oppure Tersicore si è adagiata nell’ospitale cratere spento della Quarto di Enzo Correale? Lasciamo volentieri ai posteri l’ardua sentenza, tuttavia ci piace sottolineare come proprio la cittadina di Quarto sia pronta ad accogliere il suo maestro di danza nel Teatro Corona nella serata di gala di giovedì 7 dicembre prossimo alle 21.

Un’occasione unica per rivedere l’ultima generazione danzante del maestro e coreografo napoletano con un programma ed un parterre tutto da scoprire. E più passano i giorni, più siamo riusciti a strappare al diretto interessato una serie di chicche da far scrosciare applausi e ricordi, sempre più a braccetto con le punte ed il repertorio di balletto. Proprio come nelle corde di Enzo Correale e della sua Accademia Danza Flegrea così nota nel territorio nel suo riconoscibile e credibile acronimo di ADF. Grazie anche al contributo dei tanti giovani emergenti e coccolati dal successo nazionale ed internazionale che hanno reso orgoglioso il loro maestro: le fortune dei miei ragazzi sono sempre state le mie – ammette Enzo Correale – soprattutto perché ho dato l’anima affinché crescessero bene in sala e fuori. Li seguo ancora oggi dappertutto con lo stesso entusiasmo dei primi anni in Accademia e continuerò a farlo, al di là dei trent’anni passati sotto questi ponti. Del resto molti allievi hanno messo in bella mostra il proprio talento alla Ballet School of Berlin e nelle Summer School dell’Academie Princesse Grace di Montecarlo, dei londinese Royal Ballet ed English National Ballet School, all’Università of Dance Pallukka di Dresda e nella Medzinàrodna Letnà Tanecna Skola di Bratislava. Fino agli ultimi due giovanissimi ballerini emersi dalla fucina di Via De Vivo già con significative gratificazioni. Scriviamo di Francesca Baiano e Gennaro Sorbino, lanciatissimo nella Compagnia Nazionale di Kotsicke da subito quale primo ballerino. Come nei sogni e nei progetti del suo mentore che l’ha seguito personalmente al di là dei rassicuranti confini di Quarto e dell’Italia intera. Come già successo nel recente passato con Valerio Palumbo, ormai ballerino con la valigia da Londra ed in giro per l’Europa.

Tutto incorniciato dall’Associazione Genitori Oncologia Pediatrica che nell’acronimo dell’AGOP accompagnerà Enzo Correale ed i suoi baldi giovani nella serata di gala con l’incasso devoluto totalmente in beneficenza. Ma quale serata di gala ci aspetta il prossimo 7 dicembre? “…in Arte” vuol essere un ringraziamento corale ai miei ragazzi ed alle mie ragazze di tutti questi anni – ricorda Enzo Correale – tutti determinanti a farmi stare bene e continuare a lavorare serenamente. E così scorreranno veloci sul palcoscenico del Teatro Corona di Quarto i vari titoli “Omaggio a Paganini” di Marialuisa De Rosa, “Canone Inverso” di Enzo Correale, “All the Way up” di Andrea Veneri, “Panta Rei” di Michela Ricciardi, “Infiorata a Genzano” ed “Il Cigno Nero” ripresi a quattro mani da Mariolina Matarrelli e naturalmente da Enzo Correale ripresi in diretta streaming da Enzo Conte per la trasmissione “Arte & Cultura” in onda su MondoWeb e con la partecipazione della giovane e talentuosa macchina fotografica di Matteo Lughetta che, dal Liceo Artistico “Boccioni-Palizzi” di Napoli, si sta rimboccando le maniche per fotografare la storia della danza che verrà. Sembrano vicini gli anni in cui Enzo Correale spopolava da Milano in giù sotto l’egida del Centro Danza “Assenza” a scomporre musiche e coreografie a braccetto con lo psichiatra Paolo Ferrari. Era il 2000 e si calcava l’onda dell’entusiasmo di quegli anni ma ad ascoltare il maestro di Quarto, il signore della danza, c’è da fidarsi che giovedì sera Tersicore sarà l’ospite più gradita al Teatro Corona.