Danza, Monte di Procida s’illumina di “Stelle”

133
A dieci anni circa dalla fondazione dell’Accademia di Balletto, Musica e Teatro Luana Iaquaniello, la fondatrice e la direttrice artistica, punta ancora forte l’orizzonte più internazionale possibile con la presenza cotante di Victor Litvinov e la presentazione ufficiale della seconda edizione del festival “Stelle di luglio” 2017. Grandi numeri e stile a stelle e strisce per Luana Iaquaniello, tailleur bianco ed un sorriso accattivante per i suoi talenti ed un futuro radioso alle porte. L’occasione di quest’anno è la presentazione ufficiale dei due gruppi di lavoro di Bagnoli e Monte di Procida, proprio nella nuovissima sede sul promontorio affacciato sull’isola più piccola del Golfo di Napoli, con tanto di vista mozzafiato sull’assolatissima terrazza già salutata con una serata di gala dall’etoile per eccellenza Carla Fracci
E proprio nei momenti di confronto di questi ultimi giorni, l’altro grande esponente del balletto Victor Litvinov, direttore e maitre de ballet giramondo, ha riempito di complimenti e d’orgoglio la direttrice artistica dell’Accademia di Balletto, Musica e Teatro, riconoscendo alla sua giovane ex allieva i meriti indiscutibili di un lavoro meticoloso, coraggioso ed inclusivo. Eh sì, proprio in queste contingenze storiche in cui si rincorrono le voci sulla necessità dell’inclusione e della condivisione, ecco il decennale lavoro di Luana Iaquaniello impreziosito dall’opportunità di presentare Tersicore anche a ragazzi e ragazze residenti nella cosiddetta poco “Napolicentrista” di Monte di Procida, attraverso personaggi di chiara fama, sedute d’esami istituzionali di danza classica, moderna e contemporanea e la ciliegina sulla torta di una kermesse estiva con altre eccellenze provenienti da tutto il mondo della danza. 
 
Del resto, dopo il suo percorso di studi completato nelle maggiori scuole di danza napoletane e con i più noti docenti del panorama internazionale della danza, Luana Iaquaniello ha continuato il proprio perfezionamento a Montecarlo, presso l’Academie Principesse Grace, e negli USA all’Alvin Ailey Theatre, al Broadway Dance Center di New York e all’Adge di Los Angeles. Successivamente ha approfondito la propria formazione classica al Teatro Alla Scala di Milano quale docente di danza classica accademica, integrandola con  i programmi di metodologia accademica con un’ulteriore formazione da docente presso l’Accademia Nazionale di Danza di Roma. Per poi aprirsi al valore aggiunto della fisioterapia specializzata in mezieres posturale, tutto appannaggio della migliore condizione possibile dei propri talenti. Giusto per restare in tema di salto della qualità, magari al di là del Pacifico o delle Alpi come lei stessa ci ha voluto spiegare: “questa seconda edizione delle mie Stelle di luglio vuole portare ben quattro ragazzi a frequentare la parigina Rick Odums con altrettante borse di studio mentre, un altro partecipante, potrà addirittura seguire per un anno intero il percorso artistico di André De La Roche. 
 
E così nella sede dell’Accademia di Balletto, Musica e Teatro di Piazza XXVII gennaio a Monte di Procida, dal 3 al 7 luglio le Stelle di luglio brilleranno per soli stage e lezioni, senza rassegne e concorsi perditempo, con un cast di primissimo ordine quali Florance Meregalli, Chris MC Charthy, Edward Arckless, Sponky ed Alessio Anello. Con queste iniziative voglio regalare emozioni ai giovani ed agli adolescenti altrimenti irrealizzabili, portando a casa loro personaggi che nella mia vita sono andata io a cercare in ogni dove, al di là dell’oceano e delle Alpi perché il mondo della danza non abbia davvero più confini per nessuno!” Un inno all’abbattimento dei muri, proprio quello che ha ribattezzato lo stesso Victor Litvinov sui risultati conseguiti dalla sua Luana Iaquaniello: “per venire qui su abbiamo percorso moltissimi chilometri che altrimenti non avremo mai fatto. E grazie a Luana abbiamo conosciuto ragazzi e ragazze bellissimi ed impegnati, appassionati e talentuosi. E loro non ci avrebbero conosciuto, Nè avrebbero potuto ascoltare le nostre storie. Tutto questo è assolutamente bellissimo ed è merito esclusivo della mia ex allieva Luana Iaquaniello ed io ancora oggi sono fiero di lei e dei suoi risultati.” Che poi alle Stelle di luglio nasca un nuovo firmamento di talenti, beh, quella è un’altra storia. Intanto la direttrice artistica si insinua tra le bellezze flegree di archi, cave, laghi, anfiteatri, terme e l’onnipresente mare con la sibilla che si farà carico di portare il buon nome di Teariscore per tante altre stagioni ancora. Parola di Victor!