De Laurentiis compie 70 anni: cinema e calcio le passioni di una vita

62
In foto Aurelio De Laurentiis

Una vita tra tanto cinema e un po’ di pallone. Il 25 maggio compie 70 anni Aurelio De Laurentiis. Un traguardo importante per il presidente del Napoli. Era piccolissimo quando papà Luigi e il famosissimo zio Dino lo portavano in calzoncini sui set cinematografici. Ha conosciuto attori italiani e americani che era ancora un adolescente ed è venuto su con la passione dei film. E non a caso ha seguito le orme di famiglia diventando un grandissimo produttore. Il mondo del calcio, però, lo ha sempre attratto. Prima di salire definitivamente sulla giostra dello sport più bello del mondo aveva provato a bussare alla porta di Ferlaino. Era il 1999 quando Adl chiese all’ingegnere il titolo sportivo che poi avrebbe potuto assegnarlo a una società da lui costituita. 50 miliardi sarebbero andati all’allora patron, gli altri 50 sarebbero serviti per subentrare nei contratti di giocatori e allenatore e acquistare Soccavo. Il produttore attese una risposta per 30 giorni, ma Ferlaino non ebbe alcuna intenzione di vendere. All’epoca, De Laurentiis era spalleggiato dall’ex presidente azzurro Roberto Fiore, che si prestò alla causa per fornire un apporto in termini di esperienza. Aspettò ancora qualche anno De Laurentiis e nel 2004 rilevò il club dalla Fallimentare chiamandolo Napoli Soccer. Da quel momento una lunga epopea con il ritorno del Napoli nel calcio che conta e l’approdo, negli anni recenti, in Champions League. Il calcio è una passione nata negli ultimi 15 anni, il cinema il lavoro di una vita.