De Luca: A Salerno intollerabili situazioni da terzo mondo, intervenire con il pugno di ferro

25
in foto il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca

De Luca: A Salerno intollerabili situazioni da terzo mondo, intervenire col pugno di ferroSituazioni “da terzo mondo” che “non è possibile tollerare”. Così il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, che durante la sua consueta diretta Facebook del venerdì ha lanciato un appello alle forze dell’ordine affinché intervengano a Salerno “in relazione ad assembramenti che si mescolano con problemi di spaccio di droga”. De Luca ha segnalato “due realtà territoriali: piazza Abate Conforti nel centro storico e piazza della Concordia. Luoghi nei quali bisogna fare controlli e interventi con il pugno di ferro, per i contagi e per lo spaccio di droga, oltre che per qualche fenomeno di abusivismo”. A piazza della Concordia, ha raccontato De Luca, “ci sono due signori che decidono di fare il proprio comodo con bancarelle abusive; magari sono percettori di reddito di cittadinanza e magari hanno anche qualche impiego pubblico in qualche società del Comune. Non è possibile tollerare situazioni da terzo mondo. C’è qualcun altro – ha proseguito De Luca – che ritiene di mettere bancarelle fino al limite estremo del lungomare per vendere le sue caramelle. Sono ovviamente tutti sull’orlo della miseria. Questa è gente che ha i milioni. Le regole vanno rispettate”. De Luca ha proseguito parlando di “un bar nell’area di piazza della Concordia che mette i tavolini senza alcuna autorizzazione e che determina un assembramento fino alle 2 di notte. Invito i Carabinieri, la Polizia di Stato e la Guardia di Finanza a intervenire con il pugno di ferro, e il prefetto a chiudere le attività economiche subito quando ci sono rapporti delle forze dell’ordine relativi a fenomeni di abusivismo commerciale o di altro tipo”, ha concluso De Luca.