De Luca: Priorità all’agricoltura Subito il via libera per il Psr

21

Affidare un ruolo da protagonista alle categorie e alle associazioni della filiera agroalimentare, a partire dalla formulazione immediata delle risposte da fornire alle osservazioni Ue per la rapida approvazione del Psr, nel quale distinguere le peculiarità delle filiere e gli investimenti infrastrutturali. Questa l’esigenza per il settore dell’agricoltura campano sottolineata nel corso di un incontro tra il presidente eletto Vincenzo De Luca e una delegazione di Confagricoltura, composta dal vicepresidente nazionale Giandomenico Consalvo, dal presidente regionale Michele Pannullo e dai presidenti provinciali. De Luca, che nei prossimi giorni incontrerà altre associazioni e categorie del comparto agricolo, punta ad attuare uno dei punti del suo programma: dare un ruolo centrale alla tutela e alla valorizzazione delle eccellenze agroalimentari regionali. In particolare, l’obiettivo è di valorizzare in modo integrato ed omogeneo le aree di coltivazione costiere, interne e montane. In questa prospettiva, si pensa di definire un Referente unico della Regione Campania per contribuire alla sburocratizzazione ed all’accelerazione delle decisioni indispensabili per la competitività del comparto. Per il presidente “Non c’è un momento da perdere anche in relazione alle speculazioni commerciali inerenti alla Terra dei Fuochi (la cui bonifica è una priorità assoluta) e all’allarme scaturito dalla scoperta della discarica di Calvi Risorta“.