De Luca: A Vietri l’Academy della ceramica. Puntiamo al riconoscimento dell’Unesco

48
In foto alcune ceramiche di Vietri sul Mare

“A Vietri vogliamo l’Academy della ceramica, perché il livello di qualità di Vietri è senza paragone. A questo si lega anche un elemento di sviluppo turistico e la possibilità di presentare i prodotti nello show room di Milano dove ci sono già i coralli di Torre del Greco e le sete di San Leucio”. “La ceramica di Vietri merita di far parte del Patrimonio Unesco. Credo ci siano tutte le condizioni per avere un riconoscimento di questo tipo”. Così Vincenzo De Luca, presidente della Regione Campania, a margine della firma del Protocollo di Intesa per l’avvio delle attività della Scuola di Ceramica Vietrese con l’Accademia delle belle arti di Napoli, il Comune di Vietri, l’Ente Ceramiche Vietresi e Cna Salerno, presso Palazzo Santa Lucia. Il bando sarà pubblicato tra una decina di giorni sul sito della regione Campania. Circa 20 i ragazzi che dovrebbero essere selezionati per l’avvio dell’iniziativa.
“Stamattina si avvera un sogno – afferma Lucio Ronca, presidente Cna Salerno – È il conseguimento di un iter. La ceramica di Vietri è conosciuta nel mondo e ha una storia secolare. È giusto che abbia una propria scuola di riferimento per la ceramica che possa accompagnare i nuovi artigiani”. “Abbiamo la responsabilità di diffondere un modello di sviluppo virtuoso – conclude Giuseppe Gaeta, direttore Accademia Belle Arti di Napoli – questa è la grande vocazione produttiva di questa regione”.