Decontribuzione Sud: proroga per tutto il 2022

185
Business partnership meeting in office

Arriva direttamente dall’Europa il via libera alla proroga della Decontribuzione Sud per tutto il 2022. La decisione è arrivata in questa settimana, dopo una serie di solleciti che il Governo italiano aveva rivolto all’Ue per inserire l’incentivo nel temporary framework degli Aiuti di Stato validi fino al 31 dicembre.

Cosa vuol dire? Che le aziende del Mezzogiorno destinatarie della misura potranno usufruire degli sgravi per altri sei mesi. Di questa particolare agevolazione parla L’incentivo del lunedi a cura di Time Vision.

Cos’è la Decontribuzione Sud e perché conviene alle aziende

La Decontribuzione Sud è uno sgravio contributivo che le aziende delle regioni coinvolte possono utilizzare per tutte le tipologie di contratti di lavoro subordinato, sia che si tratti di nuove assunzioni che di lavoratori già in organico. 

Le Regioni coinvolte sono:

  • Sicilia
  • Sardegna
  • Puglia
  • Calabria
  • Basilicata
  • Campania
  • Umbria
  • Abruzzo
  • e Molise.

Quali sono le agevolazioni?

Attualmente, lo sgravio contributivo previsto è pari al 30% dei complessivi contributi previdenziali dovuti dai datori di lavoro, con esclusione dei premi e dei contributi spettanti all’INAIL. Resta ferma l’aliquota di computo delle prestazioni pensionistiche.

Tecnicamente, lo sgravio è stato confermato fino al 2029, con percentuali decrescenti. Sempre, però, che sia l’Europa a concedere ulteriori proroghe.

Le percentuali sono

  • 20% per gli anni 2026 e 2027
  • 10% per gli anni 2028 e 2029.

I risultati nel 2021

In totale, da quando è entrata in vigore nell’ottobre 2020 fino al dicembre 2021, l’agevolazione ha consentito alle imprese di risparmiare 3,8 miliardi di euro, in buona parte finanziati dal programma europeo React-EU.

Come si sono tradotti questi soldi risparmiati dal tessuto economico? La misura ha coinvolto:

  • 368.307 datori di lavoro 
  • per 2.649.783 rapporti lavorativi

Solo nei mesi compresi tra gennaio e novembre 2021, l’agevolazione è servita a promuovere 1.121.414 assunzioni e 86.108 trasformazioni, per un totale di oltre 1,2 milioni di nuovi contratti di lavoro.

Per maggiori info: https://www.timevision.it/