Delitto Fiumicino, indagato personal trainer

5

Roma, 10 ott. (AdnKronos) – Una serie di sopralluoghi sono stati eseguiti dai carabinieri di Ostia la notte scorsa sia sul luogo del delitto sia a casa del personal trainer di 56 anni indagato per , la donna di 39 anni trovata morta lunedì scorso in un fosso a Fiumicino, all’altezza di via Castagnevizza. I militari stanno cercando di raccogliere elementi utili alle indagini e sono in programma altri accertamenti anche sull’auto dell’ex poliziotto 56enne. Nei confronti dell’uomo, indagato a piede libero, la procura di Civitavecchia non ha emesso nessun fermo.

L’attenzione degli investigatori è concentrata anche sulla palestra, dove Maria sarebbe stata domenica mattina intorno alle 7.30 proprio per una lezione con il personal trainer. Da quel momento della 39enne si sono perse le tracce. Secondo una prima ricostruzione, Maria Tanina Momilia avrebbe avuto una relazione clandestina con l’istruttore di palestra ora indagato. Ieri sul corpo della vittima, che è stata trovata nel fosso con una ferita all’altezza della nuca e diversi lividi sul corpo, è stata eseguita l’autopsia. A denunciare la scomparsa della 39enne era stato il marito.