Dema, gli addetti scrivono al prefetto di Napoli per denunciare lo stato di abbandono

40
In una lettera consegnata al prefetto di Napoli, Marco Valentini, tramite il sindaco di Somma Vesuviana, Salvatore Di Sarno, gli operai della Dema denunciano la loro condizione di estrema difficoltà. E chiedono alle istituzioni di intervenire presso la proprietà. “Il presente documento è il risultato di avvenimenti che non hanno precedenti – hanno scritto le RSU nella lettera inviata al sindaco –  nella seppur lunga e tribolata storia di questa fabbrica. Già dal mese di Gennaio stiamo avendo problemi continui sui pagamenti degli stipendi con la seguente fenomenologia: a Gennaio lo stipendio è stato erogato in due tranche. A Febbraio lo stipendio fu annunciato in due tranche la prima ad inizio mese e la seconda dopo slittamenti è avvenuta l’ultimo giorno del mese. A Marzo il problema ha assunto proporzioni più grandi. L’azienda ha inizialmente stabilito un pagamento in due tranche di cui la seconda comprensiva degli arretrati relativi alla tredicesima. Senza alcuna comunicazione formale ai propri dipendenti, dal giorno 26 Marzo si è proceduto per comunicazioni informali alle RSU. La grande preoccupazione è il crescere di segnali che vanno nella direzione di una totale perdita di controllo della situazione”.