Diciotti, Rousseau in tilt: voto M5S slitta di un’ora

13

Roma, 18 feb. (AdnKronos) – Rousseau down. Troppe le persone connesse sulla piattaforma grillina, dove oggi gli iscritti 5 Stelle sono chiamati a esprimersi sull’autorizzazione a procedere nei confronti del ministro dell’Interno, Matteo Salvini, per il . Il boom di accessi al sito M5S ha costretto i vertici del Movimento a posticipare di un’ora la votazione e a rinviare la riunione del gruppo prevista stasera prima della congiunta. L’assemblea deputati-senatori ad ogni modo è confermata. Stamani, ben prima delle 10, nei vertici rimbalzava nervosismo per i timori legati alla ‘performance’ di Rousseau. “La votazione è attiva su Rousseau nella giornata di oggi, lunedì 18 febbraio, dalle 11.00 alle 20.00”, si legge in un post del blog delle Stelle. Precedentemente il voto era previsto dalle ore 10 alle 19.

Cambia inoltre la formula utilizzata sulla piattaforma Rousseau per lasciare agli iscritti M5S la decisione sul voto della giunta sulle immunità per il caso Diciotti. La sostanza del quesito, che ieri era stata oggetto di polemiche e precisazioni, resta invariata con il sì per negare l’autorizzazione a procedere e il no, che al contrario, apre la strada al processo per il responsabile del Viminale. Nel quesito tuttavia, rispetto alla formula che è stata utilizzata ieri, è stato aggiunto l’inciso “è avvenuto per la tutela di un interesse dello Stato” in caso di risposta affermativa e “non è avvenuto per la tutela di un interesse dello Stato” in caso di risposta negativa. La modifica, a quanto si apprende, è stata apportata in seguito alle frizioni che ieri hanno accompagnato il post in cui veniva annunciato il voto sul caso Diciotti.