Didattica a distanza, dibattito in rete col ministro Manfredi promosso dallo spin-off universitario Ischia storica

126
In foto Gaetano Manfredi

Il 29 maggio 2020, dalle ore 10.30, avrà luogo il convegno, in teleconferenza, sul tema “Didattica a distanza. Trasmissione o costruzione del sapere?” (sarà possibile seguirlo in diretta qui). A promuoverlo è il costituendo spin-off universitario Ischia storica. La discussione si articolerà sul tema della “formazione a distanza” per la scuola e l’Università. Obiettivo: proporre “un nuovo modello formativo…che sappia abbinare a discipline antiche, ma oggi di grande attualità, quali l’iconografia e l’iconologia, anche mezzi tecnici moderni quali la “realtà aumentata” (AR) e la “realtà virtuale” (VR), soffermandosi inoltre sui molteplici aspetti dello svolgimento delle “attività formative a distanza”, sullo “smart working” e sul “telelavoro”. Si tratterà infine dell’aula virtuale e delle sue potenzialità per la formazione in generale, “anche nell’ottica di sviluppare la crescita dell’individuo e favorire il suo interesse per un turismo culturale”.
Dopo gli indirizzi di saluto di Alberto Carotenuto, rettore dell’Università Parthenope , avrà luogo la presentazione dell’iniziativa, promossa da Leone Melillo (Università Parthenope). La relazione si soffermerà sullo “spin-off universitario Ischia storica”, che intende proporre un “laboratorio di immagini del potere nella storia” ed un metodo di ricerca di Storia delle dottrine politiche, vissuto attraverso la “lettura ed il commento di classici” e “l’utilizzo di materiale iconografico e documentale”, il tutto finalizzato alla elaborazione di riflessioni di carattere teoretico e/o pratico-propositivo in ordine ai fenomeni della vita sociale, del potere politico e dei loro valori fondanti”.
Modererà i lavori del convegno Giuseppina Di Guida (dirigente scolastica dell’Istituto d’Istruzione Superiore Cristofaro Mennella). Partecipan alla discussione Gaetano Manfredi (ministro dell’Università e della Ricerca), Giuseppe De Cristofaro (sottosegretario al ministero dell’Università), Elisabetta Garzo (presidente del Tribunale di Napoli), Gennaro Sangiuliano (direttore del Tg2 – Rai), Dino Falconio (notaio e scrittore), Maria Masi (presidente f.f. del Consiglio nazionale forense presso il Ministero della Giustizia), Luisa Franzese (direttore generale dell’Ufficio scolastico regionale per la Campania), Raffaele Cantone (Corte Suprema di Cassazione), Maurizio Sibilio (direttore del Dipartimento di Scienze Umane, Filosofiche e della Formazione dell’Università di Salerno), Mario Coppeto (presidente della Commissione al Diritto alla Città, alle Politiche urbane, al Paesaggio e ai Beni Comuni, presso il Consiglio comunale di Napoli), Corrado Matera (assessore allo Sviluppo e Promozione del Turismo della Regione Campania), Salvatore Giuliano (già sottosegretario ora dirigente scolastico dell’Istituto d’Istruzione Superiore Ettore Majorana di Brindisi), Rossella De Luca (dirigente scolastico, componente del Direttivo nazionale dell’Associazione nazionale dirigenti scolastici).
“La riflessione – si legge in una nota di presentazione del convegno – è resa attuale dal rischio sanitario connesso all’insorgenza di patologie derivanti da agenti virali trasmissibili” e si sofferma anche sulla “realtà virtuale wearable per persone con disabilità” e sui Bes (Bisogni educativi speciali).
Sono previsti gli interventi dei dirigenti scolastici, Corrado Limongi e Gianfranco Sanna, dei docenti Lucio Carlevalis, Daniela Speranza, Gabriella Murolo, Luigi Lamonica, dMichele Magnanimo e Giuseppe Iacono.
Parteciperanno all’evento culturale inoltre Alberto Romano, Pasquale Attanasio, Marilina Ariano, laudio Bausano, Giuseppina Caputo, Ciro D’Angelo, Eleonora De Paola, Salvatore Insenga, Francesco Irace, Giuseppina Marra, antonio Palumbo.
Le relazioni e gli interventi, tenuti in questa circostanza, saranno pubblicati nel prossimo numero della rivista scientifica “Il Pozzo. Idee di Storia delle istituzioni e delle dottrine politiche”.