Digitalizzazione hotel, tax credit: click day dal 13 luglio

26

Tax credit per la digitalizzazione di sercizi ricettivi, agenzie di viaggi e tour operator: con la pubblicazione da parte del Mibact delle istruzioni e modalità telematiche per la richiesta del credito d’imposta diventa operativo lo strumento destinato a sostenere la competitività del turismo italiano. Nel periodi d’imposta 2014, 2015 e 2016, agli esercizi ricettivi singoli o aggregati con servizi extra-ricettivi o ancillari, è riconosciuto un credito d’imposta del 30 per cento dei costi sostenuti su investimenti per la digitalizzazione e ammodernamento fino all’importo massimo complessivo di 12.500 euro.

Beneficiari

Possono accedere al credito d’imposta gli esercizi ricettivi che svolgano in via non occasionale le attività di alloggio riconducibili a due possibili tipologie: la prima è la struttura alberghiera, ovvero una struttura aperta al pubblico, a gestione unitaria, con servizi centralizzati che fornisce alloggio, eventualmente vitto ed altri servizi accessori, in camere situate in uno o più edifici. Tale struttura è composta da non meno di sette camere per il pernottamento degli ospiti. Sono strutture alberghiere gli alberghi, i villaggi albergo, le residenze turistico-alberghiere, gli alberghi diffusi, i condhotel e i marina resort, nonché quelle strutture individuate come tali dalle specifiche normative regionali. La seconda tipologia è quella delle strutture extra-alberghiere: affittacamere; ostelli per la gioventù; case e appartamenti per vacanze; residence; case per ferie; bed and breakfast; rifugi montani, nonché le strutture individuate come tali dalle specifiche normative regionali.

Spese ammissibili

Il credito d’imposta è ripartito in tre quote annuali di pari importo ed è riconosciuto, esclusivamente, per le spese effettivamente sostenute e relative a installazione impianti wi-fi, siti web ottimizzati per il sistema mobile; programmi e sistemi informatici per la vendita diretta di servizi e pernottamenti; spazi e pubblicità per la promozione e commercializzazione di servizi e pernottamenti turistici sui siti e piattaforme informatiche specializzate, anche gestite da tour operator e agenzie di viaggio: contratto di fornitura spazi web e pubblicità on-line; spese per servizi di consulenza per la comunicazione e il marketing digitale; spese per strumenti per la promozione digitale di proposte e offerte innovative in tema di inclusione e di ospitalità per persone con disabilità; spese per servizi relativi alla formazione del titolare o del personale dipendente. L’agevolazione è concessa  a titolo “de minimis” ed è pari al 30 per cento delle spese ammissibili e comunque fino all’importo massimo complessivo di 12.500 euro nei tre anni di imposta. La domanda per l’accesso all’agevolazione deve essere presentata in forma telematica tramite il Portale dei Procedimenti. Il click day per l’invio delle richieste è fissato dalle ore 10 del 13 luglio fino alle ore 12 del 24 luglio.


Credito d’imposta

30% dei costi sostenuti

Importo massimo

12.500 euro

Periodi di imposta

Anni 2014, 2015 e 2016

Beneficiari

Strutture alberghiere

Strutture extralberghiere

Apertura del bando

Ore 10 del 13

Chiusura del bando

Ore 12 del 24 luglio 2015

Scarica le istruzioni Mibact