Direttori del personale, anche Treu e Landini a Napoli per il congresso Aidp

59

Si terrà a Napoli i prossimi 25 e 26 Maggio 2018 il 47esimo congresso nazionale dell’AIDP, l’associazione per la direzione del personale che conta oltre 3mila iscritti che rappresenta la principale voce dei direttori del personale e degli addetti ai lavori nell’area della gestione del personale in Italia.
Il tema del congresso è il futuro del lavoro è oggi che verrà approfondito in plenaria e in numerose sessioni parallele in cui si affronteranno i temi dell’intelligenza artificiale e del loro impatto sull’organizzazione del lavoro e le nuove relazioni umane, gli impatti della trasformazione digitale sulla gestione delle risorse umane, la questione del benessere dei dipendenti e del welfare aziendale che sono al centro dei nuovi modelli di gestione e valorizzazione delle imprese, la quarta rivoluzione industriale e industria 4.0, il social recruiting per i millennials e le competenze per il futuro, il digital recruting e la global employability, le nuove relazioni industriali nell’era dei robot e temi quali il mindfullness, ossia le nuove tecniche di allenamento mentale per una gestione condivisa e positiva del cambiamento. Un ampio ventaglio di tematiche e di relatori che animeranno il 47° Congresso Aidp con il filo conduttore del futuro del lavoro pensato in chiave di attualità.
Le sessioni parallele e quelle plenarie saranno animate dalla partecipazione di numerose personalità nazionali e internazionali del mondo della direzione delle risorse umane, accademico, professionale, aziendale, sindacale e istituzionale. Tra gli altri parteciperanno, Tiziano Treu, presidente Cnel, Maurizio Landini, segretario confederale Cgil, Stefano Franchi, direttore generale Federmeccanica, Umberto Galimberti, filosofo e psicanalista, Peter Cheese, chief executive Cipd, Rudy Bandiera, divulgatore digitale #TEDx, Claudia Perzani, vice presidente Borsa Italiana, Pamela Maguire, executive & business coach Istruttrice Mindfulness, e molti altri.
“Il titolo di questo congresso è un ossimoro. Dire Il “futuro oggi” è come pensare di abolire il tempo di preparazione delle persone al domani. E invece è il contrario che vogliamo fare – spiega Isabella Covili Faggioli, Presidente Aidp -. Vogliamo abituarle all’idea del futuro proponendo un passo avanti. Per inventarsi un futuro dobbiamo abbandonare i pensieri ovvi, quotidiani e ripetitivi. Battere troppo il chiodo dell’indignazione e del disastrismo non serve, anzi, è controproducente. Ci porta ad essere collusi con quello che vorremmo cambiare. Per queste ragioni abbiamo deciso di concentrare tutto il Congresso Aidp di Napoli sul futuro volto al presente. Possiamo costruirlo insieme operando per un lavoro non solo giusto, non solo ben fatto, non solo dignitoso ma anche bello”.