Diritto autore: Snac, il 12 settembre Parlamento Ue rispetti dignità categoria

15

Roma, 7 set. (Labitalia) – “Voglio credere, per una questione che ormai investe anche la dignità di chi crea e di chi utilizza le opere degli autori, che il 12 settembre il Parlamento dell’Unione europea non mancherà di approvare le norme che finalmente impongono che colossi come Google e Facebook paghino le giuste quote dei diritti a tutti gli autori, che fino ad oggi sono stati notevolmente danneggiati dall’uso quasi gratuito delle loro opere”. Lo dice a Labitalia Franco Micalizzi, vicepresidente dello Snac, Sindacato nazionale autori e compositori.

“Se questo non avvenisse -sottolinea- invito tutto il mondo dei creativi a prendere coscienza dello sfruttamento assurdo e vergognoso di cui sono stati vittime da anni, per indire un’assemblea alla quale vorrei partecipasse tutto il mondo della creatività per denunciare, con fermezza, l’attuale situazione che provoca un selvaggio sfruttamento della categoria assolutamente anacronistico in un mondo in cui tutti si battono giustamente per i diritti di tutte le categorie di lavoratori. Auguriamoci che il 12 settembre divenga una data storica per noi Autori”.