Disastro Italia, va male l’esperimento del Mancio

13

di Diego Pantani

L’Italia di Mancini, che cambia nove/undicesimi rispetto alla gara con
la Polonia, fa tre passi indietro nella partita col Portogallo che
vince per 1-0, risultato che alla fine sta anche stretto ai lusitani.
Al 27’pt il Portogallo potrebbe portarsi in vantaggio, ma il tiro di
Bernardo Silva, dopo una ribattuta di Donnarumma, viene salvato sulla
linea da Romagnoli. I lusitani spingono alla ricerca del gol ed al
31’pt ci vanno vicino con una deviazione di Cristante che va a
sbattere contro la traversa. Al 35’pt è il turno del centrocampista
William Carvalho con un suo inserimento a sfiorare la rete, ma il suo
sinistro esce non di molto dall’angolino. Ad inizio ripresa al 48’st
il gol che decide l’incontro con Bruma che serve al centro per André
Silva che, con un tiro preciso all’angolino, supera il suo ex compagno
al Milan Donnarumma. II Portogallo insiste, e mette ancora sotto
l’Italia al 53’st con un tiro di Bernardo Silva da fuori, sul quale è
bravo Donnarumma a limitare il passivo con il suo intervento. Al 74’st
il ct Santos inserisce Renato Sanches per Pizzi mentre al 74’st
Mancini rischia il tutto per tutto mettendo in campo il 4-2-4
inserendo Belotti per Cristante, ma un’altra occasione ce l’ha, a
parte un colpo di testa di Zaza al 79’st terminato alto, il Portogallo
all’84’st con un tiro di Sanches da fuori parato da Donnarumma. II
risultato rimane invariato fino alla conclusione, con la squadra di
Mancini che ha davvero fatto troppo poco per portare via un risultato
positivo dal ‘Da Luz’, ora si rischia davvero di finire terzi, venendo
così retrocessi nella serie B della Nations League.