Disoccupazione involontaria:
nasce fondo di solidarietà

23

È messo a bilancio per il 2015 ma era stato approvato a fine novembre: è il “Fondo di solidarietà” fortemente voluto dal Consiglio dell’Ordine dei Farmacisti di Napoli per offrire un È messo a bilancio per il 2015 ma era stato approvato a fine novembre: è il “Fondo di solidarietà” fortemente voluto dal Consiglio dell’Ordine dei Farmacisti di Napoli per offrire un sostegno economico agli iscritti all’Albo che si trovino in stato di disoccupazione involontaria e in difficoltà economica. Il Regolamento, consultabile sul sito istituzionale dell’Ordine, prevede per l’anno 2015 l’erogazione di un sussidio nella misura massima di euro 150 pro capite in favore degli iscritti all’Albo che si trovano da almeno 12 mesi inoccupati e che versano in difficoltà economiche. L’istanza potrà essere presentata nel periodo dal 1° giugno al 30 settembre di ogni anno, corredata dalla domanda di accesso al Sussidio. Con una modifica al capitolo di spesa oggi denominato “Assistenza e Sussidi agli iscritti all’Albo” in stato di disoccupazione involontaria (licenziamento non per causa imputabile al lavoratore). Possono accedere al sussidio i farmacisti iscritti all’Albo il cui nucleo familiare abbia avuto, nell’anno precedente la richiesta, un reddito annuo imponibile complessivo fino a 18.000 euro incrementato di 1.00 per ogni figlio a carico. L’istanza finalizzata sia all’accesso del contributo di assistenza per il sussidio di disoccupazione potrà essere presentata secondo modalità indicate dall’Ordine corredata da domanda di accesso al Sussidio, in carta libera; autocertificazione dello stato di famiglia; certificazione Isee; certificazione del Centro per l’Impiego competente dello stato di disoccupazione; documento di identità valido. Non possono però presentare la domanda in presenza La presenza di eventuali morosità di almeno 3 annualità nel versamento della quota di iscrizione all’Ordine e della contribuzione previdenziale e assistenziale Enpaf. Lo stesso vale per coloro che hanno subito procedimenti disciplinari. A esaminare le domande pervenute sarà, entro il 31 ottobre di ogni anno, una apposita commissione nominata dal Consiglio dell’Ordine, che ne dichiarerà l’ammissibilità o il rigetto. Proseguono le iniziative dell’Ordine napoletano guidato da Vincenzo Santagada a sostegno della categoria. Tra queste, anche una nuova campagna di prevenzione sulle manovre antisoffocamento in caso di ostruzione delle vie aeree, organizzata in collaborazione con Federfarma. Parte in questi giorni la consegna, in tutte le farmacie di Napoli e provincia, della locandina e dei volantini da distribuire ai cittadini.