Divieto di balneazione ad Ardea e Pomezia

22

Roma, 19 ago. (AdnKronos) – Divieto di balneazione ad Ardea e Pomezia. Lo hanno stabilito i sindaci dei due Comuni a Sud di Roma, Mario Savarese e Adriano Zuccalà. “Il sindaco Mario Savarese – si legge nella nota del Comune di Ardea – ha firmato un’ordinanza urgente di divieto di balneazione temporaneo nel tratto di mare lungo tutta la costa del Comune di Ardea. L’atto è scaturito a seguito di una richiesta della Capitaneria di Porto che ha segnalato un presunto scarico di liquami-fanghi dai fossi dell’Incastro e di Rio Torto. Si tratta di un divieto temporaneo in attesa di nuovi accertamenti di Arpa Lazio sulla qualità delle acque”.

Questa invece la comunicazione sul sito del Comune di Pomezia: “A seguito di un presunto scarico di liquami non meglio identificati nei canali di Rio Torto ed Incastro nel comune di Ardea, si è verificato il cambiamento di colore dell’acqua di mare lungo gli specchi acquei ricadenti nei comuni di Ardea e Pomezia. I depuratori non hanno manifestato malfunzionamenti, pertanto la Capitaneria di Porto e l’Arpa sono sul posto per verificare quanto accaduto e lo stato dei luoghi. In attesa dei risultati definitivi delle analisi di Arpa, in via precauzionale, è vietata la balneazione nel tratto di costa che va dal fosso di Rio Torto al Fosso di Campo Ascolano”.