Dj morta: Procuratore Patti, ‘Depistaggio? No, la morte di Viviana compatibile con il suicidio’

21

Palermo, 7 mar. (Adnkronos) – “Per noi, fermo restando che le consulenze devono essere ancora depositate, e prevediamo quella di Viviana a fine marzo, tutto conduce ad un evento compatibile con un suicidio, con precipitazione dal traliccio”. A dirlo all’Adnkronos è il Procuratore di Patti (Messina), Angelo Vittorio Cavallo, che coordina l’inchiesta sulla morte di Viviana Parisi, la dj quarantenne trovata senza vita sotto un traliccio la scorsa estate, e del figlio, il piccolo Gioele. Il magistrato replica così a distanza a Carmelo Lavorino, il consulente della famiglia di Daniele Mondello, il marito della donna, secondo cui sarebbe stato “inscenato un suicidio” e che ci sarebbe stato “un depistaggio”.