Dl Sud, tutti gli interventi per il Mezzogiorno

34

Roma, 1 ago. (AdnKronos) – Il pacchetto di misure per il sud è legge. Si occupa dei bambini (con interventi per contrastare la povertà educativa minorile), dei giovani (con il programma ‘Resto al Sud’), e dei terreni e immobili abbandonati (con la nascita della banca). La Camera ha dato il via libera definitivo al provvedimento, votando prima la fiducia (318 sì e 153 no) e poi il dl (276 sì e 121 no).

Nel corso dell’iter parlamentare sono state introdotte diverse novità tra cui: norme di contrasto degli incendi dolosi; deroga al numero minimo e massimo di studenti che possono comporre una classe (nelle regioni colpite dai terremoti del 2016 e 2017); risorse per contrastare la diffusione del coleottero Xylosandrus compactus; interventi per ridurre l’uso delle buste di plastica.

Con il nuovo articolo ‘Misure per il contrasto degli incendi dolosi’ si punta a rafforzare gli interventi per il contrasto del fenomeno degli incendi boschivi dolosi, impedendo lo sfruttamento successivo dei terreni incendiati. Per realizzare interventi educativi urgenti nelle regioni del Mezzogiorno, destinati ai bambini sordomuti, vengono stanziati 500.000 euro l’anno per il 2017 e 2018.

Vengono inoltre aggiunte nuove misure per interventi di messa in sicurezza degli edifici scolastici. Mentre 200.000 euro vengono destinate alla ricerca per contrastare la diffusione degli insetti che stanno mettendo in pericolo i carrubi. E nuove norme vengono messe in campo, per favorire livelli sostenuti di riduzione dell’utilizzo di borse di plastica, come chiesto dall’Ue.

RESTO AL SUD: Il finanziamento massimo che potranno ottenere i giovani fino a 35 anni, per creare un’impresa, è di 50.000 euro, per un totale di 200.000 euro se ci sono più richiedenti.

AGRICOLTURA: Per i giovani under 40, che vogliano investire nel settore agricolo, è previsto uno stanziamento di 50 milioni di euro, per l’accesso al credito da parte delle imprese agricole.

BANCA DELLE TERRE ABBANDONATE: Parte una procedura sperimentale di assegnazione dei beni abbandonati, per la valorizzazione di terreni, aree edificate o altri immobili abbandonati, sia dei comuni che dei privati sulla base di progetti che potranno essere presentati da giovani con non più di 40 anni.

CLUSTER: Arrivano i cluster tecnologici nazionali, che saranno utilizzati per l’accelerazione e la qualificazione della programmazione nel campo della ricerca e innovazione a favore delle aree del Mezzogiorno.

TERREMOTO: Vengono stanziati 300 milioni di euro, di cui 200 milioni relativi al fondo di solidarietà e 100 milioni per assicurare la rimozione delle macerie.

SALARI: Vengono inseriti interventi di integrazione salariale straordinaria nelle aree di crisi industriale complessa, che interessano le imprese operanti in un’area di crisi industriale ”complessa”.

UNIVERSITA’: Viene introdotto un meccanismo di finanziamento degli atenei, orientato all’efficienza e alla perequazione delle risorse con riferimento al contesto economico e territoriale.

AUTORITA’ PORTUALE: Non sarà più ‘Autorità portuale ma ‘Autorità di sistema portuale’. Secondo il parlamento la seconda dicitura è più adeguata rispetto a quella prevista inizialmente.

TPL: Nelle zone colpite da eventi sismici, in caso di affidamento dei servizi di trasporto pubblico locale e regionale, nei bandi di dovrà essere previsto il trasferimento, senza soluzione di continuità, di tutto il personale dipendente non dirigenziale dal gestore uscente al subentrante. Al personale dovrà essere applicato il contratto collettivo nazionale di settore e il contratto di secondo livello o territoriale applicato dal gestore uscente.

MATERA: E’ prevista la sottoscrizione di un Contratto istituzionale di sviluppo, per la realizzazione di interventi urgenti necessari per Matera capitale della cultura 2019.

ZES: Si stabilisce che nelle regioni dove non ci sono aree portuali sarà possibile presentare istanza di istituzione delle zone economiche speciali solo in forma associativa, qualora contigue a enti territoriali con porti, o in associazione con un’area portuale avente le caratteristiche stabilite dal regolamento. Le agevolazioni previste per le aziende sono revocate se le imprese non mantengono la loro attività nella Zes per almeno sette anni (termine elevato rispetto ai 5 anni originari) dopo il completamento dell’investimento.

CALABRIA: E’ previsto il potenziamento della viabilità, grazie al riutilizzo di risorse risparmiate dal completamento dell’autostrada Salerno-Reggio Calabria.

STRADA DEI PARCHI: Sono stanziati ulteriori 250 milioni di euro per interventi di ripristino della tratta autostradale A24-A25, a seguito dei recenti eventi sismici.

ILVA: Si specifica che le somme confiscate o pervenute allo Stato saranno destinate al risanamento e alla bonifica ambientale.

SICCITA’: A seguito dell’eccezionale siccità della stagione primaverile ed estiva 2017, sono estese le misure di risarcimento, a seguito di eventi calamitosi, anche alle imprese agricole che hanno subito dei danni.