DON GEPPI, il nuovo esiste…

52

Una nuova meta gourmand. Finalmente! Un albergo nato agli inizi degli anni ’60, a Sant’Agnello meta più tranquilla della più nota Sorrento, un ristorante nato appena un anno fa e due giovani imprenditori in gamba…da sempre! Una nuova meta gourmand. Finalmente! Un albergo nato agli inizi degli anni ’60, a Sant’Agnello meta più tranquilla della più nota Sorrento, un ristorante nato appena un anno fa e due giovani imprenditori in gamba…da sempre! Premesse interessanti…In quegli anni gli alberghi erano palazzoni, diciamolo, anche un po’ bruttini, tanti piani, cattivi odori, ristorazione pessima, servizi discutibili. Qui c’è solo il palazzo e non palazzone, finemente ristrutturato, quadri, sculture, bronzi e pezzi di arredamento antichi di famiglia, una sorta di museo/show room a disposizione dei clienti. 12.000 metri quadri destinati a giardino, agrumeto ed orto ad esclusivo utilizzo dello chef e tanto buon odore e cortesia. Come siamo lontani da quegli anni. Parlare con Giulia Rossano e Lucio D’Orsi, rispettivamente architetto e resident manager (bella qualifica per dire: la titolare) e food e beverage manager (compagno di Giulia), è comprendere che la gioventù non è una questione anagrafica. E’ scoprire di sentirsi vecchi di fronte alla semplicità, la loro, con la quale riescono a seguire l’evoluzione, l’evoluzione dell’ospitalità e della ristorazione. Non necessariamente tutti i “figli d’arte” hanno successo, anzi; qui si respira voglia, passione, desideri, cultura. La cultura è diventata la forza che spinge l’evoluzione, la cultura conduce alla consapevolezza e la consapevolezza conduce alla conoscenza. Lucio D’Orsi, dopo gli studi alberghieri prende un Master Ecole Hôtelière de Lausanne, e così inizia il suo percorso professionale in giro per l’Italia. L’architetto Giulia si percepisce girando per la struttura ma anche restando al tavolo in contemplazione dell’hotellerie, sensibilità femminile e capacità tecniche, un mix di valori che si traduce in garbo, eleganza e design. Insieme, quando l’hotel è chiuso, girano il mondo per ristoranti come clienti per studiare, per capire. Ho già scritto della mia incomprensione del perché la ristorazione d’albergo, tranne qualche rarissima eccezione, a Napoli non funziona, ma qui è un’altra cosa, si sapeva. Due location, la prima “en plein air”, pochi posti fashion all’aperto per romantiche serate d’estate, e la petite salle à manger da 12 a 20 posti per una ristorazione gourmet ma soprattutto per pochi fortunati eletti. Eletti sì, perché grazie ai pochi coperti si è coccolati con un’attenzione non comune, sia in merito al cibo che al servizio, a tal proposito Vincenzo Gallo è il maìtre che vi assisterà con la sua brigata senza mai farvi mancare il suo sorriso. In cucina la brigata è comandata da Mario Affinita che, dopo l’esperienza da un giovane chef bistellato brianzolo, ha radunato tre giovani talentuosi in cucina ad assisterlo. Adesso devo parlarvi di lui e facile sarebbe dare fiato alla retorica, allo chef che guarda la sua padella ed al suo pescato, meglio invece se vi descrivo le sue caratteristiche, calandomi fino in fondo nella fatica e nella passione del suo lavoro. Mario, nonostante la mole, sorprende per leggerezza ed eleganza, una cucina apparentemente semplice e certamente naturale ma con la fiamma più importante di ogni cucina accesa: quella emotiva e culturale. Da lui arrivano quelle invenzioni candidate a diventare tradizioni future, qui c’è un pensiero commestibile, per dirla alla moda: un X Factor. Basta pensare che non ho trovato tra i suoi piatti, essendo casertano, il maiale nero, quindi sol per questo un innovatore! Quando il “meet up” tra proprietà e cucina funziona, l’incipit non può che essere una cover di risultati illuminati. Uno chef border line dallo star system, è già simpatico per questo, ma poi quando scopro che ha avuto la capacità di gettare a terra la tradizione culinaria (non dimentichiamoci che siamo in costiera, dove la maggior parte dei ristoranti prepara cibo per turisti…) in modo che si faccia in mille pezzi e da essi ripartire per darle una nuova vita, senza dimenticare mai il punto dal quale si è partiti, allora è degno di tutta l’attenzione da parte di una nuova clientela. Ecco dov’è la forza di Mario Affinita. Curiosi? Bene, allora ecco il percorso degustativo con gli abbinamenti enologici preparati dalla passione di Lucio D’Orsi: Biscotto fragrante con rapa rossa e gorgonzola (meringa salata con brisè alla rapa rossa con crema di riso mantecata al gorgonzola) Finto pomodoro (tartare di manzo al limone e rosmarino in ragù partenopeo) Pollo alla cacciatora (bocconcino di pollo fritto con crema ai funghi, cipolla disidratata e pomodoro) Brut Rosé Premieré Cuvée deg. Ottobre 2011 Bruno Paillard Battuta di gamberi rossi, salsa agli agrumi e asparagi Greco di Tufo 2010 DOCG Benito Ferrara Il polpo, la sua acqua di cottura croccante, schiacciatina di patate ed emulsione di prezzemolo Friulano Manditocai 2012 DOC Livon Gnocchetti di patate, bottarga di tonno affumicata e mosto cotto Schieferterrassen 2012 Heymann– Löwenstein Risotto con pesto di erbette e “Maruzzielli” Fiano di Avellino  2011 DOCG Guido Marsella Sandwich di sogliola alla mugnaia con zucchine “ex apicio” Bourgogne 2008 AOC Henri Boillot Guancia di vitello con soffice di patate e porro croccante Chianti Classico Riserva 2008 DOCG Badia a Coltibuono Cremoso al cioccolato bianco arachidi salate e lime Zabaione al limoncello e fragoline Sauternes Cuvée d’Expetion 2007 ASC Vins et Vignobles Dourthe Petit Fours Una nuova meta per gli amanti della buona cucina, un luogo glam, un’atmosfera di grande pace, due giovani dal grande futuro con il loro seguito. Molti mi chiedono un posto nuovo dove andare a mangiare e che si stia bene, ecco, l’ho trovato!  Una citazione doverosa e di merito, un complimento al fondatore, Giuseppe Rossano, Don Geppi, senza di lui la costiera avrebbe un protagonista in meno…   Costo medio €. 60


Majestic Palace Hotel – Ristorante Don Geppi: Via Marion Crowford, 40 – Sant’Agnello di Sorrento – Info e prenotazioni: 081.8072050 info@dongeppirestaurant.it.it – www.majesticpalace.it www.dongeppirestaurant.it giorno di riposo: martedì   WI FI                     OK CELIACI                OK DISABILI              OK FUMATORI         NO GIARDINO          OK TERRAZZO          OK ANIMALI             OK PARCHEGGIO    OK CARTE DI CREDITO  OK