Donazione di midollo, a Caserta in 2200 per Alessandro

43

Oltre 2200 persone hanno aderito a Caserta al presidio organizzato da Admo e Rotaract per la raccolta di campioni salivari per la donazione di midollo osseo destinata ad aiutare il piccolo Alessandro Maria, Alex, il bimbo di un anno e mezzo affetto da una malattia genetica rara. La sua unica speranza è rappresentata da un trapianto di midollo, ma è necessario trovare un donatore compatibile. Il presidio, previsto inizialmente in piazza Dante, è stato poi spostato per il maltempo sotto i porticati del Comune. Ad un certo punto, vista la grande affluenza di persone, il sindaco Carlo Marino e il vice-sindaco Franco De Michele hanno aperto il Comune recandosi nei propri uffici per fotocopiare i moduli da riempire. Il presidio si chiude alle 19 ed è ancora lunga la fila. Soddisfatti gli organizzatori per aver incrementato enormemente i numeri, in rapporto alla popolazione, registrati nelle altre città; è probabile che vengano superati i 2500 tamponi salivari. Commossa la famiglia del piccolo, che ringrazia la città di Caserta per la solidarietà e la sensibilità dimostrate. Alessandro Maria si trova a Londra con i genitori Paolo e Cristiana, costantemente aggiornati su quanto sta avvenendo in Italia.