Donnafugata, l’ad Rallo verso la presidenza dell’Uiv

62

Passaggio di timone Nord-Sud in vista, dai due estremi del Vigneto Italia, Vicenza e Pantelleria, alla presidenza dell’Unione Italiana Vini (Uiv). Il mandato triennale di presidenza di Domenico Zonin è in scadenza a giugno e non rinnovabile come da statuto. Secondo quanto appreso dall’Ansa, in occasione della presentazione del 50/mo Vinitaly, cresce il consenso sul nome di Antonio Rallo, in corsa per la successione secondo indiscrezioni uscite nei giorni scorsi. Amministratore delegato dell’azienda siciliana Donnafugata, vicepresidente della stessa Uiv e profondo conoscitore dell’associazione, la candidatura Rallo ha riscosso sostegno del settore e diffuso apprezzamento tra i produttori intervenuti oggi a Roma. Entusiasmo nell’ala siciliana del mondo produttivo per il ritorno di una prestigiosa presidenza nell’area mediterranea, secondo una alternanza geografica che ha già avuto precedenti nella storia dell’Unione col veronese Sartori e il campano Mastroberardino. Strada spianata dunque per Antonio Rallo verso l’assemblea di giugno che lo dovrebbe portare alla presidenza della importante associazione di rappresentanza degli imprenditori vitivinicoli italiani.