E’ arrivata a Napoli da Taipei la torcia delle universiadi

20

Napoli, 23 giu. (AdnKronos) – E’ arrivata a Napoli la torcia delle Universiadi di Taipei 2017 che, secondo protocollo, annuncia la prossima edizione delle Universiadi del 2019. La torcia è stata accolta nella Stazione Marittima del porto di Napoli da una folta delegazione composta dal presidente dell’Agenzia regionale Universiadi, Raimondo Pasquino, dal presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, dal sindaco di Napoli Luigi de Magistris e dal prefetto di Napoli Carmela Pagano. A Tapei si terrà la 29sima edizione della manifestazione, dal 19 al 30 agosto; Napoli, prossima città ad ospitare la manifestazione, intende così “manifestare la propria solidarietà a Tapei, con l’augurio di poter riuscire come loro a fare una manifestazione con risultati importanti”, ha spiegato Pasquino.

“Napoli e la Campania -ha aggiunto- dovranno dimostrare di avere una classe dirigente capace di organizzare un evento internazionale. E chissà, poi a seguire potrebbero arrivare anche le Olimpiadi”. Al di là delle suggestioni, per Napoli e la Campania le Universiadi 2019 rappresentano, secondo Pasquino, “un’occasione importantissima per gli impianti sportivi”, 59 dei quali “sono stati già monitorati e andranno ai lavori nei prossimi giorni”.

Il governatore campano De Luca ha ricordato che Napoli e le altre città campane coinvolte nell’organizzazione della manifestazione ospiteranno “15mila atleti da 170 nazioni. Immaginiamo di vivere questo evento come un’occasione per grandi iniziative di carattere culturale in direzione della pace, della solidarietà, e anche per avviare un grande movimento sportivo in tutta la regione, lavorando per recuperare gli impianti e la vivibilità nei quartieri. Essendo noi promotori abbiamo esteso l’evento su tutta la regione, ovviamente il cuore sarà Napoli ma cercheremo di coinvolgere decine e decine di realtà di tutto il territorio”.

Anche per il sindaco di Napoli de Magistris le Universiadi saranno “un’opportunità enorme per la città non solo per ospitare un grande evento, del quale si parlerà da qui al 2019, ma anche l’occasione per rimettere in ristrutturazione gran parte degli impianti sportivi di Napoli”.

“Tutti siamo consapevoli della difficoltà del momento che non è dei più tranquillizzanti, a volte ci sono accadimenti che suscitano allarme, ma finora qui a Napoli​ siamo riusciti a mantenere sempre le cose nella giusta dimensione”. Lo ha detto il prefetto di Napoli, Carmela Pagano.

In vista della trentesima edizione delle Universiadi, che si terrà a Napoli nel 2019, Pagano ha assicurato che “ci prepareremo con spirito di coesione, perché abbiamo già sperimentato in questi mesi che lavorare sinergicamente tra tutte le istituzioni è l’unica ricetta. Siamo consapevoli della difficoltà del momento che non è dei più tranquillizzanti, ma la vita non si può interrompere ed eventi come questo contribuiscono a creare le premesse per un dialogo sempre più efficace tra i popoli”, ha concluso il prefetto.