E-commerce, in un report la mappa del mercato italiano e le tendenze dei consumatori

44

Amiamo la qualità dei prodotti, in particolare, da buoni italiani, se si tratta di cibo. Non sopportiamo i problemi con gli ordini e la lentezza delle spedizioni. Sappiamo riconoscere l’ottimo rapporto qualità-prezzo, ma non perdoniamo il servizio clienti scadente. È la fotografia, in sintesi, del comportamento online dei consumatori italiani nei principali settori dell’e-commerce, attraverso le loro stesse recensioni. A svelarla è il nuovo report 2024 AI-Commerce di eShoppingAdvisor, ripreso di recente anche dalla Casaleggio Associati nel suo rapporto annuale.

Quello che ne esce fuori è un sentiment preciso e approfondito sulle nostre abitudini quando facciamo acquisti in rete, evidenziandone punti di forza e criticità.

Attraverso un uso innovativo dell’intelligenza artificiale, eShoppingAdvisor ha preso in esame il prezioso patrimonio di informazioni e dati offerto da un campione significativo di recensioni da parte degli stessi utenti.

“Queste sono informazioni cruciali per le aziende che mirano a ottimizzare la loro presenza online e migliorare continuamente l’esperienza dei clienti” commenta Andrea Carboni, Ceo e co-founder di eShoppingAdvisor. “Il rapporto sottolinea anche l’importanza sempre maggiore dell’Intelligenza Artificiale nel trattare grandi volumi di dati di recensione, guidando le decisioni aziendali con una precisione senza precedenti”.

La stessa Casaleggio Associati, nota per la sua analisi accurata e approfondita delle tendenze digitali, ha riconosciuto l’utilità di questo studio, integrandolo nel proprio report annuale. Davide Casaleggio, Ceo dell’azienda che porta il suo nome, illustra le ragioni di questa scelta.

“Il monitoraggio mensile dei primi sei mila esercenti on line della classifica Ecommerce Italia ci permette di valutare in dettaglio i rapporti di forza tra gli attori e i trend in corso di cui possono approfittare brand e clienti.

Questa nuova metodologia ha permesso di indicare informazioni profilate per settore come la classifica dei principali operatori, la crescita, l’inflazione, l’italianità, le marginalità e ora anche la soddisfazione (o meno) della clientela grazie a eShoppingAdvisor.

Siamo contenti che sempre più partner stiano condividendo con noi dati di analisi sugli esercenti e sui settori che possono essere messi a sistema a beneficio di tutti”.