E-fattura carburante, proroga in arrivo

17

Roma, 23 giu. – (AdnKronos) – L’obbligo di per le cessioni di carburanti per motori a trazione e per le forniture di beni e servizi nell’ambito della filiera dei sub appalti della Pa, che sarebbe dovuto scattare dal primo luglio prossimo, sarà rinviato di 6 mesi. Lo slittamento – apprende l’Adnkronos – sarà inserito in un decreto legge che sarà varato dal prossimo Cdm.

Con il rinvio, dunque, anche per carburanti e sub appalti Pa l’obbligo della fatturazione elettronica scatterà dal prossimo 1 gennaio 2019, quando, a meno di ripensamenti del governo, l’obbligo di fatturazione elettronica diventerà operativo per tutte le operazioni commerciali che comportano l’emissione di una fattura (sia B2B che B2C).

Con lo stesso provvedimento dovrebbero arrivare anche la stretta sul lavoro a termine e quello somministrato, e le norme contro la delocalizzazione delle imprese che hanno ricevuto contributi pubblici. Sul fronte lavoro, il provvedimento dovrebbe contenere le prime modifiche al Jobs act.

Per quanto riguarda i contratti a termine il governo è intenzionato a reintrodurre le causali, circoscrivendole a tre fattispecie, vale a dire ragioni tecnico-produttive, organizzative come nuovi progetti o sostitutive. Si ipotizza pure di ridurre da cinque a quattro il numero di proroghe, e lo stesso restyling dovrebbe riguardare i contratti di somministrazione.