Eav: Aule chiuse? Niente abbonamenti gratuiti per gli studenti. Gli universitari protestano

56
In foto un treno della Circumvesuviana

Gli studenti universitari della Campania protestano contro lo stop agli abbonamenti gratuiti per l’uso dei mezzi di trasporto pubblico. La sospensione durerà  fino alla ripresa delle lezioni in presenza. “E’ l’ennesimo attacco – spiegano dal Collettivo aut organizzato universitario – a chi, in questa pandemia, non ha avuto risposte, sostegni o agevolazioni di alcun tipo, ritrovandosi in una situazione di costante insicurezza e precarietà. Gli studenti e le studentesse universitari continuato a pagare tasse, affitti e libri, molto spesso una spesa troppo onerosa per una categoria che non ha alcun tipo di reddito, alla quale adesso si aggiunge anche il pagamento di biglietti o abbonamenti. Chi studia non si sposta solo per recarsi alle lezioni, ma anche per comprare libri o per qualsiasi altra esigenza legata alla propria formazione”. “Per mesi – continuano gli studenti – siamo stati invisibili, il governatore De Luca si e’ ricordato di noi solo per accusarci di essere gli untori della seconda ondata o per toglierci l’ultima agevolazione che ci era rimasta. Pretendiamo il ripristino immediato della validità degli abbonamenti gratuiti per gli studenti e le studentesse di questa regione, pretendiamo il riconoscimento e la tutela dei nostri diritti”.