Eav, de Gregorio annuncia: L’Archeobus flegreo non verrà sospeso

27
in foto Umberto de Gregorio, presidente Eav

I collegamenti tra la metropoli ed i siti archeologici dei Campi Flegrei assicurati dall’Archeobus, linea di trasporto su gomma dedicata della Eav, non verranno soppressi, come annunciato il prossimo 27 agosto. “La linea viene confermata – ha detto all’Ansa il presidente dell’Eav, Umberto De Gregorio – Sappiamo dell’importanza che riveste per il rilancio dell’area flegrea e faremo ogni sforzo per assicurare quanto avevamo promesso. Faremo uno sforzo notevole in questo mese di agosto per noi molto critico: il personale è ridotto per via delle ferie”. Nel contempo viene ripreso nei prossimi giorni il collegamento tra Miseno e Cuma che era stato temporaneamente soppresso. De Gregorio spiega: “Sarà ripreso quel collegamento. Lo confermo come già annunciato. Il commissario di Bacoli lo aveva sollecitato”. Il dietrofront segue dopo un botta e risposta tra il sindaco di Pozzuoli, Vincenzo Figliolia ed il presidente Eav, Umberto DE Gregorio, seguito all’annuncio della soppressione dell’Archeobus. “Il sindaco di Pozzuoli che è stato abbastanza pungente sulla questione Archeobus – conclude De Gregorio – non può solo chiedere deve anche dare: io gli ricordo la promessa della chiusura del passaggio a livello della zona Follieri, che per costi di gestione e problemi di sicurezza l’Eav non può continuare a presidiare! Ci aspettiamo un suo intervento”. Sulla questione, che un anno fa creò momenti di tensione tra comune di Pozzuoli ed Eav, a causa delle vibrate proteste degli abitanti della zona, la posizione dell’amministrazione puteolana è abbastanza ferma: “Bisogna prima pensare all’interesse e alle esigenze dei cittadini e poi a tutto il resto!”.