Eav, gli obiettivi di De Gregorio: 30 nuovi treni e chiusura dell’80% dei cantieri avviati

336
in foto Umberto de Gregorio, presidente Eav

L’attivazione dal primo luglio del Cuma Express e, a metà giugno, del Sorrento Night, che prevede un prolungamento delle corse fino a mezzanotte per la linea della Circumvesuviana che collega Napoli con la Costiera; il restyling della stazione di Scampia-Piscinola; la chiusura dell’80% dei cantieri avviati e il completamento della gara per l’acquisto di 30 nuovi treni. Questi gli obiettivi che punta a raggiungere l’Eav, partecipata dei trasporti della Regione Campania, nel breve e nel lungo termine. Nel corso degli Stati generali di settore promossi dal governatore Vincenzo De Luca, il presidente di Eav, Umberto De Gregorio, ricorda gli obiettivi conseguiti, a partire dal salvataggio dall’azienda azzerando il debito di 600 milioni con il contributo dell’allora governo Renzi.
Guardando al futuro, De Gregorio rilancia il modello “adotta una stazione”, sperimentato con buoni risultati a Castello di Cisterna, in provincia di Napoli. “Non avendo le risorse necessarie per fare tutto e volendo scongiurare la chiusura di alcune stazioni – spiega – abbiamo pensato di affidarle a un esercente che lavora all’interno della struttura, che si occupa della biglietteria, dell’apertura e della chiusura della stessa. Sta funzionando e quindi pensiamo di estenderlo ad altre 30 stazioni”. Il presidente della commissione regionale Trasporti, Luca Cascone, esalta il lavoro fatto finora sottolineando che, “rispetto al passato, è cambiato tutto”, pur riconoscendo che “per i cittadini le ricadute arriveranno gradualmente. Entro il 2019 dovremo portare a termine la programmazione – aggiunge – con 500 nuovi autobus, 30 nuovi treni, il completamento delle gare per il nuovo servizio su gomma e nuovi contratti ferroviari per acquistare ulteriori treni”.