Eav, l’azienda scommette sul binomio trasporti-cultura

48

L’inaugurazione della mostra “Il giovane Salvator Rosa”, ospitata dal museo Correale di Sorrento fino al 31 gennaio 2016, e’ la prima occasione per condividere un nuovo orientamento aziendale, rivolto al mercato ed al territorio, con istituzioni ed operatori dei settori del Turismo, della Cultura e dei Trasporti.Umberto De GregorioL’obiettivo – spiega il Presidente CdA Eav srl Umberto De Gregorioe’ creare una sinergia e lavorare sulle possibilita’ di integrazione per fornire una efficace risposta alle aspettative di un’utenza locale, nazionale ed internazionale che, negli ultimi anni, ha fatto registrare in Campania rilevanti indici di gradimento. Al tempo stesso, Eav intende dare il proprio contributo allo sviluppo del territorio, sostenendo le iniziative culturali di volta in volta avviate, attraverso la diffusione di informazioni e, soprattutto, la programmazione di servizi di trasporto a queste collegati“. Sabato 7 novembre, Eav accompagnerà i visitatori della mostra, mettendo a disposizione un treno del servizio “Campania Express” ed un bus per il collegamento tra stazione di Sorrento e museo. Il viaggio, nel corso del quale saranno proiettate immagini relative alle opere esposte, rappresenta anche una importante opportunita’ per far conoscere in anteprima il servizio di trasporto che verra’ riprogrammato, con alcune rivisitazioni, per la prossima stagione estiva. In futuro, nell’intento di ampliare l’area di business aziendale, saranno ricercate e sperimentate ulteriori iniziative operative, che potranno andare dall’organizzazione di servizi dedicati, all’integrazione con servizi combinati (ad esempio, con altre modalita’ di trasporto ed aree di parcheggio), nonche’ alla previsione di tariffe speciali. “Sono ben note– spiega il numero uno di Eav – le difficolta’ economiche ed i problemi operativi che l’azienda si trova a dover fronteggiare ma la ripresa inizia dall’impegno progettuale, anche senza risorse, in attesa delle soluzioni strutturali di carattere finanziario“. L’Eav, con i suoi 288 km di rete ferroviaria che innervano il territorio regionale, attraversa alcune delle aree piu’ ricche di storia, arte e cultura della Campania, alle quali fornisce accesso con ben 150 stazioni. Una prima occasione, per condividere un nuovo orientamento aziendale, rivolto al mercato ed al territorio, con istituzioni ed operatori dei settori del Turismo, della Cultura e dei Trasporti. “Quello che fa di un sito una destinazione turistica di successo – aggiunge De Gregorio – , non e’ solo la presenza di musei o beni artistici, ma un insieme di risorse composto da servizi ed organizzazione, che generano capacita’ di attrazione. All’interno di questa visione – conclude Umberto De Gregorio – e’ possibile vedere margini di sviluppo per i servizi di trasporto, che l’Eav intende verificare“.