Eav, parte la stazione a Melito dopo 9 anni di blocco

258
foto Massimo Pica

Un cantiere pronto, con scale mobili, cartellonistica, ma bloccato da nove anni per contenziosi. A Melito, area nord di Napoli, i treni passano anche ma non si fermano perché non c’è la stazione. Oggi lo sblocco e la consegna dei lavori. E’ il 14esimo cantiere che viene avviato in due anni; 722 i milioni di euro per tali cantieri, 18 i milioni per il completamento della stazione di Melito. “Ormai inauguriamo un cantiere quasi ogni due mesi – sottolinea il governatore Vincenzo De Luca – non c’è una sola amministrazione in Italia con una tale capacità”. L’obiettivo, per De Luca, è chiaro: “Riqualificare l’area a nord di Napoli”. “Sono stato adesso a Scampia, i lavori vanno avanti benissimo, si farà una riqualificazione splendida anche della piazza – dice a Melito – così come faremo qui un lavoro straorinario per la stazione, per completare il collettore fognario grande a servizio di Giugliano, per avere strade di collegamento con la stazione dai due lati della ferrovia”. “E’ un investimento di venti milioni di euro che si completa nell’arco di due anni, cercheremo di anticipare anche i tempi”, aggiunge. “Uno sforzo enorme”, lo definisce “per completare l’anello della metropolitana di Napoli e anche per riqualificare tutta l’area nord di Napoli”. “Stiamo lavorando per fare un accordo di programma per far trasferire alla Regione la competenza per intervenire su alcune bretelle dell’asse mediano che sono chiuse e costringono i cittadini a fare giri di decine di chilometri”, dice ancora De Luca.