Economia alle Canarie in seguito alla pandemia

140

Il responsabile per le politiche economiche della sede tedesca in Spagna è venuto a Tenerife per “vedere in prima persona come si evolve l’economia alle Canarie in seguito alla pandemia”. Il Presidente del Cabildo di Tenerife, Pedro Martín, si è incontrato ieri pomeriggio con il Ministro e Direttore responsabile per le Politiche Economiche dell’Ambasciata di Germania in Spagna Cristoph Wolfrum, accompagnato dal Console di Tenerife, Ángel Hernández, allo scopo di scambiare impressioni sugli sviluppi della pandemia del Covid 19 e come questi possano danneggiare l’economia dell’isola, principalmente nel settore turistico. A tale proposito, Martín ha confermato che “il Cabildo di Tenerife si confronta settimanalmente con l’Ambasciata di Germania, a cui fornisce informazioni sulla situazione COVID nell’isola e con cui si cercano soluzioni alternative per ristabilire quanto prima le comunicazioni e il flusso turistico verso Tenerife, flusso che l’anno scorso si è tradotto in oltre mezzo milione di visitatori” e ha confermato che la riunione con il Ministro dell’Ambasciata è avvenuta anche per consolidare ancora di più le relazioni e le comunicazioni. “Il Ministro dell’Ambasciata di Germania ci ha fatto sapere che la Germania non ha problemi nel sottoporre a test di controllo i turisti di rientro dalle isole, motivo per cui non sarebbe necessario installare sistemi di controllo a Tenerife ed essendo i test gratuiti in Germania, si verrebbe a creare una sensazione di sicurezza verso tutto ciò che proviene da Tenerife o dalle Canarie in genere”. Il Presidente del Cabildo ha poi confermato che queste misure verrebbero applicate nel caso in cui “risultino 50 casi ogni 100.000 abitanti, come si sta verificando adesso. Se riusciamo ad abbassare queste cifre, non sarebbe nemmeno necessario sottoporre a test e controlli le persone provenienti dalla Germania”. Da parte sua, Cristoph Wolfrum, con la sua visita ha voluto “mandare un messaggio di solidarietà e simpatia ai Canari e far sapere loro che in Germania siamo consapevoli di quanto sia difficile la situazione con la pandemia, sia sanitaria che economica, e lo scopo di questa visita è quello di ottenere una migliore prospettiva con le autorità dei differenti Cabildos, e sulla situazione in generale”.